PoliticaPrimo Piano

Premio Cittadino Europeo 2014. Corrao: “I lampedusani eroi due volte”

“I cittadini di Lampedusa sono eroi due volte, perché da un lato affrontano in prima linea l’emergenza umanitaria e dall’altro l’avidità di una classe politica che, come emerso dall’inchiesta di Roma relativa ai centri di prima accoglienza, specula sul traffico di vite umane”.

Commenta così l’eurodeputato siciliano Ignazio Corrao, capo delegazione del Movimento 5 Stelle a Bruxelles il premio che l’Europa tributa ai cittadini “doc”, tra i quali proprio quelli di Lampedusa che insieme all’associazione Libera, il progetto Sos scuola di Alveare Cinema, l’associazione Soserm Sos Emergenza Rifugiati Milano, il dirigente scolastico Prof.ssa Maria De Biase, sono i vincitori italiani dell’edizione 2014 del Premio del Cittadino europeo.

“Con la collega Laura Ferrara – aggiunge Corrao – abbiamo deciso di proporre la candidatura dei cittadini di Lampedusa, un segnale importante, di vicinanza ad un’ isola che è la più esposta al problema immigrazione. Il parlamento europeo sempre più deve prendere coscienza che l’immigrazione è una delle sfide più importanti del nostro secolo perché deve coinvolgere non solo l’Italia, ma l’intero continente europeo. Non si può tollerare che il mar Mediterraneo diventi un grande cimitero, ma bisogna affrontare insieme la gestione dei flussi migratori con gestioni corrette e legislazioni atte a fornire adeguati strumenti di accoglienza perché solo così si può dare una opportunità di vita dignitosa a chi è costretto a fuggire da guerre e persecuzioni in cerca di sopravvivenza”.

La cerimonia di premiazione, organizzata dall’ufficio d’Informazione in Italia del Parlamento europeo in collaborazione con l’Istituto Universitario Europeo, si tiene in queste ore a Firenze agli Archivi storici dell’Unione europea a Villa Salviati. Dalla sua prima edizione svoltasi nel 2008, il Premio viene assegnato a singoli cittadini, gruppi di persone o associazioni distintesi nell’impegno per una maggiore integrazione europea, promotori concreti di dialogo tra i popoli, traduttori in pratica nella vita di tuti i giorni dei valori contenuti nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

La cerimonia di premiazione prevede, ogni anno, due distinte fasi: un riconoscimento celebrato a livello nazionale, organizzato da ogni Paese membro, rilascia ai rispettivi vincitori una medaglia d’onore; quindi, successivamente a Bruxelles, il Parlamento europeo riunito in sessione solenne assegna un riconoscimento europeo a tutti i vincitori su scala comunitaria. Quest’anno, i vincitori complessivi dell’edizione 2014 sono risultati essere 47. I nominativi dei premiati italiani sono stati scelti il 19 novembre a Bruxelles dalla Cancelleria del Premio, da una giuria composta anche dagli eurodeputati del Movimento 5 Stelle tra i quali proprio il siciliano Ignazio Corrao.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.