EnogastronomiaPrimo Piano

PREMIATI OLEIFICI BARBERA PARTNER DEI MERCOLEDI’ DELLA SOLIDARIETA’

(di redazione) Parte stasera il format gourmet, in quattro appuntamenti, ideato dal ristorante Bye Bye Blues di Mondello per sostenere l’Ospedale dei bambini di Palermo.

 Sarà di Premiati Oleifici Barbera l’olio extra vergine di oliva utilizzato e servito durante la cena organizzata dal Bye Bye Blues, il ristorante stellato guidato dalla chef Patrizia Di Benedetto, per sostenere l’Ospedale dei Bambini di Palermo. Si parte stasera, 31 gennaio alle ore 20, con il primo dei quattro appuntamenti del format gourmet i “mercoledì della solidarietà“. La serata, nell’atmosfera invernale che avvolge il locale a pochi passi dal mare di Mondello, vuole essere un incontro tra cibo, persone, vino, prodotti e produttori per scoprire novità e antichi sapori, filosofie di produzione e arte culinaria. Ma soprattutto l’inizio di un’iniziativa di solidarietà a favore dell’Ospedale dei Bambini di Palermo.

Ai fornelli ci sarà Patrizia Di Benedetto, da sempre grande estimatrice dell’olio extra vergine d’oliva siciliano di Premiati Oleifici Barbera. I piatti del menù proposto per questa prima serata saranno abbinati ai vini della cantina Feudi del Pisciotto, che sorge nel cuore della Sicilia, a pochi chilometri da Piazza Armerina e Caltagirone.

Il format “mercoledì della solidarietà” prevede quattro appuntamenti che si svolgeranno tutti nel periodo invernale. Un’idea nata dal desiderio di donare e dalla voglia di creare un’offerta gastronomica che sia da una parte un vero viaggio alla scoperta dei sapori, della cucina che esalta il territorio, dei prodotti di alta qualità e di chi li produce, dall’altra un momento di sensibilizzazione per contribuire alle necessità dell’Ospedale dei bambini di Palermo, a cui la chef palermitana è già stata vicina in passato con iniziative di sostegno.

La cena ha un costo (contributo minimo) di € 60,00
Per prenotare e ricevere informazioni:
scrivere a info@byebyeblues.it
Tel. 091.6841415

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.