CronacaPrimo Piano

Porto di Palermo: molo Vittorio Veneto sequestrato

Palermo. La magistratura ha sequestrato il molo Vittorio Veneto, al porto, che è il molo principale dove abitualmente attraccano le navi da crociera. I motivi per cui il molo è stato sequestrato sarebbero reati ambientali. Oggi in prefettura sarà tenuta una riunione,  alla quale parteciperanno tutti i soggetti interessati,  per capire quali siano le effettive cause di inquinamento che hanno fatto scaturire agli inquirenti la decisione di sequestrare il molo.

Al molo Vittorio Veneto,  qualche mese fa c’era stato un sopralluogo delle forze dell’ordine e degli inquirenti dell’agenzia regionale per l’ambiente (Arpa),  perché nel molo interessato si trova un cantiere per la ristrutturazione della stazione marina. Francesco Licata, direttore dell’Arpa spiega che, “ siamo stati coinvolti nella fase istruttoria per effettuare alcuni saggi al molo, che non hanno comunque riguardato l’acqua del mare “.

 Vincenzo Cannatella, presidente dell’autorità portuale avvalora quanto accaduto, “ sono stato convocato dal prefetto in persona al vertice di lunedì. Mi ha comunicato che c’è un provvedimento di sequestro. La cosa strana, comunque, è che io non ho mai ricevuto nulla. Niente di niente. Nemmeno una lettera. Dunque, non avendo un provvedimento in mano non sono nelle condizioni di fornire elementi più dettagliati”, Cannatella continua dicendo, “forse il provvedimento della magistratura riguarda il cantiere, peraltro fermo da molto tempo perché abbiamo deciso di bloccarlo dato che l’impresa non si è comportata con rispetto delle norme contrattuali”.

Come si evolverà la situazione si vedrà con la riunione di oggi in prefettura, riunione in cui saranno presenti anche rappresentanti dell’amministrazione comunale.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.