Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Cronaca / POLIZIA DI STATO: ARRESTATO UN GHANESE CHE AVEVA TENTATO DI CORROMPERE UN AGENTE

POLIZIA DI STATO: ARRESTATO UN GHANESE CHE AVEVA TENTATO DI CORROMPERE UN AGENTE

foto di Antonella Tantillo @copyright Panastudio
foto di Antonella Tantillo @copyright Panastudio

LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UNO STRANIERO CHE AVEVA TENTATO DI CORROMPERE UN AGENTE ADDETTO ALLA ISTRUZIONE DELLA PRATICA PER IL RINNOVO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO

La Polizia di Stato ha tratto in arresto GYAMBIBI Evans Ebabio, 42enne cittadino ghanese, responsabile del reato di istigazione alla corruzione.

Il reato si è concretizzato allo sportello dell’Ufficio Immigrazione della Questura, in via S.Lorenzo, dove lo straniero era giunto per richiedere il rinnovo del permesso di soggiorno.

A fronte di specifiche domande da parte dell’operatore dello sportello circa il possesso dei requisiti necessari per ottenere il titolo di soggiorno, lo straniero assumeva un atteggiamento taciturno fino a mostrare un evidente nervosismo.

Ultimata la consegna dei documenti e la procedura di acquisizione dei dati biometrici, all’atto di congedarsi, il ghanese allungava il braccio ed offriva all’operatore dello sportello una somma di denaro, ben occultata nel palmo della mano.

Si compiva, così, senza dire alcuna parola, ma esprimendosi lo straniero attraverso il più eloquente dei comportamenti corruttivi, il tentativo di addomesticare la pratica e di influenzare l’ operatore nella direzione di una celere e positiva conclusione dell’iter amministrativo.

Senza alcuna esitazione, il poliziotto rifiutava il denaro e bloccava lo straniero traendolo in arresto per il reato di istigazione alla corruzione.

About Francesco Panasci

Check Also

Nicolò Mannino  - Copertina 'Io non c'ero'

Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della Legalità presenta: “Io non c’ero. Cosa sanno i giovani di Falcone e Borsellino”

È questa la risposta di un bambino alla domanda del questionario sulla mafia cui hanno partecipato centinaia di ragazzi, da Palermo a Napoli, da Taranto a Bergamo.

Rispondi