CulturaPrimo Piano

“Politiche per la cultura in Europa” a Palazzo Branciforte il libro di Giambrone

Giovedì 24 ottobre alle ore 18,00 all’auditorium Branciforte Corradino Mineo, giornalista e senatore della Repubblica, Salvatore Nastasi, direttore generale per lo spettacolo dal vivo del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, presentano il libro di Francesco Giambrone Politiche per la cultura in Europa. Modelli di governance a confronto pubblicato da Franco Angeli con la prefazione di Carlo Azeglio Ciampi. Coordina la giornalista Laura Anello.

Francesco Giambrone ha messo insieme la sua lunga esperienza di Assessore alla Cultura di una grande città, quella di Sovrintendente di importanti teatri lirici e quella di docente per scrivere corposo volume che mette a confronto il sistema della cultura in Italia con altri modelli di politica culturale che, in Europa, pur avendo subito negli anni molte trasformazioni, hanno dimostrato di funzionare: quello francese, quello inglese e quello tedesco.
Il libro vuole chiaramente stimolare una riflessione sui cambiamenti e sulle innovazioni che possono rendere il sistema italiano più produttivo, più sostenibile e più efficiente per uscire dalla condizione attuale di trascuratezza e di abbandono. Per farlo si pone molti interrogativi. È possibile mutuare dagli altri paesi modelli e buone pratiche che consentano all’Italia di affrontare, anche nel campo delle politiche culturali, le sfide necessarie al cambiamento dettato dalla crisi attuale? È possibile immaginare un nuovo impegno riformatore della classe dirigente italiana che faccia tesoro delle esperienze positive altrove consolidate? È possibile aprire una riflessione seria sul tema della gestione delle Istituzioni culturali, dalla valorizzazione del nostro grande patrimonio alla distribuzione delle risorse pubbliche? Infine, è possibile restituire centralità alle politiche culturali rispetto all’azione di governo?

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.