CronacaPrimo Piano

Piano Trasporto Extraurbano, La Colla (PD): “Sospendere il provvedimento o modificarlo”

munafò - la collaEcco arrivare il commento del consgliere comunale del PD,  Luisa La Colla a proposito del piano del trasporto extraurbano e dell’ipotesi di ‘conflitto d’interessi’, mosso da Stefania Munafò.

Piano Trasporto Extraurbano, La Colla (PD): “Sospendere il provvedimento o modificarlo”

“In commissione abbiamo parlato della grave disparità di trattamento di alcune autolinee che svolgono trasporto pubblico e delle disparità che coinvolgono anche i fruitori”.

Così Luisa La Colla, consigliere comunale del Partito Democratico e presidente della III Commissione consiliare, a proposito dei parcheggi per il trasporto pubblico extraurbano a Palermo.

“Da un sopralluogo fatto tra Comune e Regione – ha aggiunto La Colla – si è appurato che, per spostare le autolinee al posteggio Basile, in ogni caso occorrono una serie di accorgimenti, come ad esempio la realizzazione delle corsie preferenziali e dei servizi nel luogo di sosta. È stata individuata un’altra area ritenuta più consona e che eviterebbe le suddette disparità di trattamento (ovvero alcune in città con servizi e altre fuori nell’abbandono): piazza Cupani“.

A proposito poi di quanto affermato da Stefania Munafò della segreteria provinciale del PD, ovvero il presunto rapporto ‘familiare’ tra l’assessore Giovanna Marano e i titolari della proprietà del parcheggio privato di via Cairoli, La Colla ha affermato: ”Sono convinta che le parentele non c’entrino nulla, ma reputo oltremodo necessario sospendere il provvedimento che fa spostare le autolinee oggi in via Balsamo al posteggio Basile o modificarlo con un trasferimento in piazza Cupani nelle more di un intervento più ampio che possa finalmente dotare Palermo di veri poli di inter modalità”.

Nadia Spallitta foto mediaStimo l’assessore Giovanna Marano -dice in una nota il consigliere Nadia Spallitta  e sono assolutamente convinta della correttezza e della buonafede dei suoi comportamenti. Tuttavia, se dovessero risultare veritiere le notizie diffuse dalla stampa su un rapporto di parentela che legherebbe l’assessore alle Attività produttive con soggetti in qualche modo coinvolti del provvedimento della Giunta di adozione del Piano del trasporto extraurbano (adottato nel dicembre 2015 e considerato che su questa delibera sembrerebbe gravare un ricorso giurisdizionale motivato per disparità di trattamento), ritengo che sarebbe opportuno – a tutela dell’Amministrazione e della sua immagine, nonché per sottolineare la indiscussa terzietà delle scelte amministrative in relazione alla quali, personalmente, non nutro alcun dubbio – adottare un provvedimento di revoca della stessa delibera, che tra l’altro non è del tutto rispondente al Pgtu. Infatti il Pgtu prevede tre aree di interscambio (Giotto, Emiri, Basile), mentre la citata delibera introduce e localizza su un parcheggio privato di piazza Cairoli la terza area di interscambio, unitamente a Basile e Giotto.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.