Primo Piano

Pepsi? No grazie, non sono razzista. Video

La Pepsi Company ha dovuto rimuovere uno spot appena lanciato sul mercato perché ritenuto troppo razzista. Come si legge in un comunicato distribuito dai dirigenti dell’azienda: “Ci scusiamo per il video e ci assumiamo la piena responsabilità.”

Il video, diretto dall’artista Tyler the creator, mostra una donna intenta a riconoscere il proprio aggressore in una stazione di polizia. Tra i sospettati ci sono tre uomini di colore ed una capra. Ed è proprio questo il motivo delle proteste che hanno portato all’eliminazione del video, definito “spazzatura della pubblicità aziendale”: l’equiparazione di una capra a delle persone di colore, in una società come quella americana caratterizzata da una multietnicità ampiamente consolidata, dove, dopo anni di dure lotte, non sono giustamente ammesse discriminazioni razziali di alcun tipo.

Per il momento, Coca Cola batte Pepsi 1-0, e non è questione di gusti!

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=7amMgUAcN3E

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.