Esteri

Pedofilia, Michael Jackson: 35 milioni per comprare il silenzio delle vittime

A quattro anni dalla morte del re del pop, non si fermano le voci sui presunti abusi sessuali compiuti da Michael Jackson ai danni di una ventina di ragazzini. E si viene a sapere adesso che il cantante avrebbe pagato 35 milioni di dollari per comprare il loro silenzio.

La rivelazione choc arriva dal settimanale britannico Sunday People, che avrebbe visto i documenti segreti dell’Fbi con il dettaglio dei pagamenti alle vittime e ai loro genitori. Questi documenti però non entrarono a far parte delle prove nel processo per abusi sessuali che Michael subì nel 2005, e dal quale uscì assolto.

A dare vita all’indagine sarebbe stato il detective Anthony Pellicano, paradossalmente voluto dal Michael Jackson per ripulire la sua immagine. L’Fbi però sequestrò il materiale di Pellicano quando quest’ultimo fu arrestato nel 2002 perché trovato a intercettare le telefonate di alcune star come Sylvester Stallone.

Secondo le accuse, Michael Jackson amava restare in compagni dei bambini, guardare film pornografici con loro, toccarli e accarezzarli nelle parti intime. Le rivelazioni sulla star arrivano in un momento particolare, in cui la madre Katherine è impegnata in una causa di risarcimento da 40 milioni di dollari contro l’AEG, mentre la figlia Paris proprio recentemente e’ stata ricoverata in ospedale per tentato suicidio.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.