Cronaca

Papa Francesco: “Gesù è il nostro avvocato capocordata che ci conduce verso Dio”

Foto internet

Stamane udienza generale di Papa Francesco che si è rivolto alle oltre 50.000 persone presenti in Piazza San Pietro: “Quando qualcuno è chiamato dal giudice in causa, la prima cosa che fa è chiamare un avvocato che lo difenda. Noi ne abbiamo uno che ci difende sempre, ci difende dalle insidie del diavolo, da noi stessi e i nostri peccati. Abbiamo questo avvocato e non dobbiamo avere paura di chiedere perdono, benedizione e misericordia. Lui ci perdona sempre, è il nostro avvocato che ci difende sempre. Non dimenticate questo”.

Gesù ci ha aperto il passaggio a Dio; è come un capocordata quando si scala una montagna, che è giunto alla cima e ci attira a sé conducendoci a Dio”, ha affermato il Pontefice, aggiungendo che “se affidiamo a lui la nostra vita, se ci lasciamo guidare da lui siamo certi di essere in mani sicure”.

Il papa ha poi avuto parole di conforto e ha espresso la sua vicinanza alle vittime della strage di Boston e del terremoto in Iran e Pakistan. Da segnalare un piccolo fuori programma al termine dell’ udienza generale, in quanto Papa Francesco ha salutato affettuosamente dei lavoratori sardi in protesta da mesi per i tagli previsti alla loro azienda, che a causa di un ritardo aereo non erano riusciti ad arrivare in tempo per l’udienza.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. Io vorrei che qualcuno mi spiegasse come fa un Papa’ a dire una cosa del genere.
    Dicendo che Gesu’ conduce a Dio, non contraddice il dogma cattolico che Gesu’ stesso sia Dio?
    Non avrebbe dovuto dire quindi, Gesu’ capocordata che conduce a se stesso?
    A me imbarazza pensare come i cattolici non aprano gli occhi su fatti del genere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.