CronacaPrimo Piano

Papa al sinodo: Ostia ai divorziati e stop violenza sulle donne

In questi primi incontri del sinodo sulla famiglia, si è parlato di due grandi problemi che la chiesa cattolica vorrebbe il prima possibile eliminare definitivamente, la comunione ai divorziati e la violenza sulle donne e del ruolo che quest’ultime devono avere nel contesto matrimoniale e familiare.

Il Papa oggi è intervenuto nei lavori del sinodo dicendo che, “non dobbiamo lasciarci condizionare e ridurre il nostro orizzonte di lavoro sinodale come se l’unico problema fosse quello della comunione ai divorziati risposati, occorre tenere conto dell’ampiezza delle questioni”. Prima di recarsi al sinodo, Papa Francesco ha celebrato messa a Santa Marta con un’omelia incentrata sulla misericordia che deve superare la “rigidità”.

Il Papa parla della lettura di Giona, che ha obbedito a Dio ed è andato a Ninive per convertire il popolo, dice al signore: io ho fatto il lavoro di predicare, io ho fatto il mestiere ben fatto, e tu li perdoni? “È il cuore con quella durezza, ha detto Papa Francesco, che non lascia entrare la misericordia di Dio, continua dicendo, è più importante la mia predica, sono più importanti i miei pensieri, è più importante tutto quell’elenco di comandamenti che devo osservare, tutto, tutto, tutto che la misericordia di Dio”.

“È questo dramma, aggiunge il Papa, anche Gesù lo ha vissuto con i Dottori della legge, che non capivano perché lui non lasciò lapidare quella donna adultera, come lui andava a cena con i pubblicai e i peccatori: non capivano, non capivano la misericordia”.

Francesco aggiunge, “vicini all’anno della misericordia, preghiamo il Signore che ci faccia capire il suo cuore, cosa significa misericordia, cosa vuol dire quando lui dice: ‘misericordia voglio, e non sacrificio!’.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.