Cultura

Palermo, Zanele Muholi mostra la sua Africa per il Pride 2013

Foto di Noemi Cusano

Inaugurata venerdì 18 gennaio, presso Palazzo Ziino, la mostra fotografica di Zanele Muholi, alla presenza, tra gli altri, dell’Assessore alla Cultura, Francesco Giambrone, e del Responsabile Commissione Arti Visive Palermo Pride, Francesco Pantaleone.

Il vernissage rientra tra le tante iniziative in corso di realizzazione nella nostra città, che accompagneranno Palermo verso il Pride nazionale del prossimo giugno.

Zanele Muholi è un’artista sudafricana, dichiaratamente omosessuale, che usa la fotografia a scopi sociali e politici, per combattere razzismo, sessismo, patriarcato e violenza degli uomini sulle donne, presenti nel suo Paese. Particolarmente attuale è proprio quest’ultimo argomento, che ormai riempie la cronaca italiana.

Infatti, non a caso, sono soprattutto donne i soggetti fotografati dall’artista, immagini che danno volto alla comunità nera di lesbiche, gay, bisessuali e trans in Sudafrica, molteplicità di una comunità cancellata dalla storia ufficiale.

La scelta di esporre la mostra presso Palazzo Ziino non è casuale: infatti, in questa occasione è stato restituito alla città uno dei tanti spazi negati, attraverso uno spunto di approfondimento sui diritti negati.

La mostra mette insieme tre diverse serie di lavori della fotografa: Faces & Phases, Being e Difficult Love.

La prima, in particolare, presentata nel 2012, esplora le identità nere lesbiche attraverso il ritratto, immortalate nelle loro case e qualche volta vittime dell’odio omofobo.

Being, invece, lavoro iniziato nel 2007, è finalizzata ad evidenziare la resistenza delle lesbiche nere sudafricane e a mettere in discussione l’idea superata e patriarcale della donna nera obbligatoriamente eterosessuale.

Difficult Love, infine, racconta l’emarginazione e la violenza che le donne omosessuali del Sudafrica sono costrette a subire e con cui convivono, attraverso il dialogo con una coppia che vive sotto un ponte a Città del Capo.

Sempre nell’ambito delle manifestazioni del Pride nazionale che vede quest’anno la città di Palermo come protagonista, è prevista dal 18 al 20 gennaio presso i Cantieri Culturali alla Zisa, un evento musicale dal titolo “Palermo Suona“. Il programma prevede la partecipazione di sessanta musicisti e di diverse attività che vanno dalle performances, alle mostre e all’artigianato, con lo scopo di promuovere la cultura underground palermitana.

Tra gli artisti i Good Falafel, gli Omosumo, La Rappresentante di Lista, Tartamella&TheMelodyMakers, Mister Sinclair e i musicisti di In the Rock.

Questi eventi assumono una particolare importanza in quanto simbolo di una rinascita collettiva di Palermo, a dimostrazione che nonostante le notevoli difficoltà c’è grande fermento e voglia di rinnovamento da parte dei singoli cittadini.

Noemi Cusano

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.