Primo PianoSport

Palermo, Zamparini: “Contro l’Empoli ho visto un Palermo più compatto. Nelle prossime due sfide dobbiamo fare sei punti”

Il presidente del Palermo Maurizio Zamparini

Il Presidente del Palermo, Maurizio Zamparini ha parlato al “Giornale di Sicilia”. Il patron rosa si è mostrato fiducioso per la salvezza: “Il Palermo non è sfavorito. Tecnicamente siamo più forti di chi ci sta dietro e anche di qualche squadra che al momento è davanti. Non sono preoccupato, anche se, guardando il calendario e certe squadre, ammetto che il finale di stagione sarà più problematico del solito. Squadre come Carpi e Frosinone mi stupiscono ma mi sembra che, pensando di non avere nulla da perdere, vadano allo sbaraglio. Mi auguro che nelle prossime settimane fisicamente scoppino”.

Sul morale della sua squadra:Il Palermo gioca con paura. Si erano rinfrancati per lo 0-0 di Empoli, ma dopo questi exploit di Frosinone e Carpi saranno un po’ scoraggiati. Di sicuro ho visto un Palermo più compatto, siamo più solidi. Ci è mancato solo il gol. Mi aspetto progressi già sul campo del Chievo. Squadre tecnicamente non attrezzate vanno a una media da coppe europee, stanno facendo cose veramente fuori dal normale, da non crederci. La mia è sia ironia che un’amara constatazione”.

Su Novellino: “Per me è stata una fortuna aver trovato lui. Sta facendo un buon lavoro, crede in quello che fa, ha entusiasmo e molto buon senso. Sta coinvolgendo tutti. Penso a Maresca, importante quando è entrato a Empoli, penso a Gilardino e Balogh che saranno più che utili da qui alla fine”.

Sulle prossime sfide, Chievo e Lazio: “Chiaro che dobbiamo tornare a conquistare i tre punti. Ma non credo sia una corsa fra noi, Carpi e Frosinone. Samp e Udinese non stanno messe meglio. Ho fiducia nel Palermo. Se il Carpi ha ottenuto sei punti con Frosinone e Vero anche noi possiamo farne altrettanti con Chievo e Lazio”.

Nuovo modulo e nuovo ruolo per Vazquez: “Semplicemente io stimo il gioco della Roma di Spalletti e Novellino la pensa alla stessa maniera, convinto che questo modulo si sposi con le caratteristiche dei nostri giocatori. Tanto più che il nostro Vazquez è anche più forte del romanista Perotti. Naturalmente in poche partite non può funzionare tutto, a certe cose bisogna lavorare dal ritiro estivo, e il tempo che resta è poco. Servono più ripartenze e più verticalizzazioni, per cercare più facilmente la via del gol, ma giocando così siamo comunque padroni assoluti del centrocampo e l’Empoli non ha quasi avuto occasioni nella nostra area”.

Sui tifosi:I contestatori? Sono cinquanta a cui si da troppa enfasi, mi dispiace per la città di Palermo che non è rappresentata da questa frangia e dai loro cori beceri. Come Udine, non è quei dieci, venti che hanno contestato la squadra dopo la sconfitta con la Roma. In Inghilterra la Thatcher sbatteva certa gente in galera e così allo stadio sono tornate le famiglie”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.