Primo PianoSport

Palermo, Zamparini: “Devo aiutare di più Novellino. Se domenica non si vince sarà serie B”

Maurizio Zamparini

Maurizio Zamparini, ai microfoni del “Giornale di Sicilia” ha parlato del momento della sua squadra: “Ho notato molti passi indietro rispetto alla prestazione contro l’Empoli. In quell’occasione il Palermo era compatto e organizzato, ha giocato da squadra, a Verona ho visto solo un enorme casino. Ho visto calciatori senza attributi, Novellino mi è sembrato in confusione. È vero che ha conquistato solo un punto in tre partite, ma ho fiducia in lui e, ripeto, ieri contro il Chievo è solo andato in confusione”.

Il patron rosa ammette le sue colpe: “Forse anche io ho qualche responsabilità, non ho assistito a dovere Novellino e non gli ho dato consigli, spero che dalla prossima settimana le cose migliorino. Nella mia tabella di marcia ideale puntavo a tre punti contro Empoli, Chievo e Lazio – afferma Zamparini – Siamo a zero e i biancocelesti sono un osso durissimo anche o soprattutto dopo il disastroso derby“.

Chiarimenti su alcuni cambi di formazione: “Ha dato fiducia a molti di quelli con cui ha potuto lavorare con continuità. Ma non credo che Allegri, alla Juventus, rinunci ai nazionali dopo la sosta. Così ha giocato Cionek, che era emozionatissimo, al posto di Gonzalez, per esempio.  Poi non mi spiego la sostituzione di Hiljemark a fine primo tempo, quello è stato un errore evidente. Non ho ancora sentito Walter, ma voglio spiegata questa mossa”.

Gli arbitri non aiutano: “Ha dato fiducia a molti di quelli con cui ha potuto lavorare con continuità. Ma non credo che Allegri, alla Juventus, rinunci ai nazionali dopo la sosta. Così ha giocato Cionek, che era emozionatissimo, al posto di Gonzalez, per esempio. E poi non mi spiego la sostituzione di Hiljemark a fine primo tempo, quello è stato un errore evidente. Non ho ancora sentito Walter, ma voglio spiegata questa mossa”.

Vazquez salta la Lazio: “Avevo pregato in ginocchio Franco, raccomandandogli di non farsi ammonire, perché abbiamo bisogno di lui e invece s’è messo a protestare sul finale e l’arbitro non l’ha graziato. Senza Vazquez contro la Lazio sarà durissima. Non vincere contro i biancocelesti sarebbe una mazzata, la retrocessione sarebbe dietro l’angolo”.

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.