CronacaPrimo Piano

Palermo: “Youpol” interrompe un episodio di spaccio

Arrestato 50enne in via Brancaccio

(di redazione) Si è ancora una volta rivelata efficace, ai fini dell’emersione di un fatto reato e della sua conseguenza repressione, “Youpol”, l’App creata dalla Polizia di Stato, compatibile con dispositivi Android e Apple, per consentire ai cittadini, anche in forma anonima, di denunciare episodi di bullismo e droga.

La circostanziata segnalazione, stavolta, ha raccontato di incresciosi episodi di spaccio avvenuti, a frequente cadenza, su strada, in un quartiere popolare e densamente frequentato anche da ragazzini.

In quella strada, via Brancaccio, i poliziotti dell’omonimo Commissariato di P.S. hanno approntato un servizio di osservazione: è bastato poco per focalizzare l’attenzione su P.A., 50enne, domiciliato in zona e scrutarne i movimenti.

E’ risultato che l’uomo, in più di una circostanza, sia stato avvicinato da “avventori” con i quali abbia concretizzato uno scambio dalla inequivocabile natura “droga-denaro”.

E’ scattato così il blitz dei poliziotti che hanno perquisito lo spacciatore, i luoghi immediatamente limitrofi e la sua abitazione. Tra quelle trovate addosso all’uomo, quelle rinvenute in una nicchia del muro prospicente la sede stradale e quelle trovate nel domicilio dell’uomo, sono state recuperate e sequestrate complessivamente 11 stecche di hashish, per un peso di 30 grammi, nonché 8 stecche di sigarette di tabacchi lavorati esteri, anch’esse sequestrate.

Il cinquantenne è stato, così, tratto in arresto ed ulteriori indagini sono in corso per verificare se il giro di spaccio sventato dalla Polizia di Stato coinvolga altre responsabilità.

Le segnalazioni giunte sulla piattaforma YouPol, dalla sua nascita (Febbraio 2018) ad oggi, risultano oltre 350, di cui la maggioranza per droga.

Il contenuto delle segnalazioni che giungono in Centrale Operativa viene immediatamente condiviso con gli uffici investigativi della Questura per l’avvio delle relative indagini ed accertamenti, salvo i casi di pronto intervento delle Volanti che, grazie ad esse, hanno proceduto a diversi arresti e denunce.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.