Primo PianoSport

Palermo, Vivicittà: vince l’olimpionico Yuri Floriani

Era stata annunciata come una festa dello sport e così si è svolta la XXXI edizione del Vivicittà con una presenza record di partecipanti. Ad anticipare la gara podistica, più di 2800 bambini che hanno sfilato, invadendo le strade del centro cittadino, in un’onda gioiosa di colore fucsia insieme ai loro genitori, maestri e piccoli amici, per i 3 km della passeggiata non competitiva. A passare dal via, dunque, più di 5600 persone. Ogni bambino, infatti, è stato accompagnato da un genitore, chi dall’intera famiglia e c’è anche chi ha corso insieme ai nonni. Tanti i bambini che non sono riusciti a iscriversi in tempo ma che, in pieno spirito sportivo e di condivisione, hanno deciso di correre ugualmente per le meraviglie cittadine.

Poco meno di mille, invece, gli iscritti alla gara competitiva di 12 km che ha preso il via davanti l’ingresso del Giardino Inglese di via Libertà su una distanza di 4 km da ripetere 3 volte in un percorso unico totalmente asfaltato e pianeggiante che ha fatto vivere ai podisti i meravigliosi monumenti che Palermo offre. Un minuto di silenzio in onore del vicequestore Mario Bignone, scomparso nel 2010, e del podista Carmelo Neri, morto tragicamente al traguardo della Maratonina di Riposto pochi giorni fa.

Vincitore assoluto della XXXI edizione l’olimpionico delle Fiamme Gialle Yuri Floriani in 37’32’’. Alle sue spalle Mohamed Idrissi (41’16’’) della ASD Polisportiva Menfi e Arturo Ginosa (42’21’’) del Grottieni Team.

Nella categoria femminile, ha tagliato per prima il traguardo l’atleta della G.S. Forestale, Silvia La Barbera, in 44’17’’. Secondo posto per la sorella Barbara (44’19’’) della RCF Roma Sud e terzo per Edna Caponnetto (49’03’’) della ASD G.S Valle dei Templi Agrigento.

Importante presenza dei medullolesi che hanno dato il via alla gara competitiva con le handbike e che hanno dimostrato che la disabilità sta solo negli occhi di chi guarda e che l’attività fisica è un mezzo unico per abbattere le barriere trasformando le diversità in valori e le difficoltà in occasioni di crescita personale. Da segnalare la presenza di due ragazzi dell’Istituto Penale Minorile Malaspina che hanno partecipato alla gara.

Presenti al via l’assessore al Comune di Palermo, Cesare La Piana, il presidente della Uisp Palermo, Salvo Di Bella, l’organizzatore del Vivicittà, Gioacchino Guagliardito, il presidente della Uisp Sicilia, Fabio Maratea, il consigliere comunale, Rosario Filoramo, il deputato regionale, Antonello Cracolici, il presidente della Lega Atletica, Mimmo Piombo e il campione europeo, Totò Antibo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.