CronacaPrimo Piano

Palermo Urban Actions, “Recuperare rapporto tra la città e il mare”

Si è concluso all’Eco Museo urbano Mare Memoria viva – Arsenale della Marina Regia di Palermo, il Palermo Urban Actions, un progetto scientifico che ha come obiettivo la promozione di micro-operazioni di riqualificazione urbana e dello spazio pubblico come strategia di sviluppo a livello locale e di miglioramento delle condizioni urbane della città.

Un progetto di ricerca attraverso cui individuare strategie progettuali, economiche e finanziarie per rendere concreti gli interventi da realizzare attraverso il partenariato pubblico-privato e l’utilizzo di risorse contenute. Durante i cinque giorni di workshop si sono alternati numerosi e qualificati interventi di architetti e urbanisti che condividono questo approccio per la città e guardano alle best-practices realizzate in Italia e all’estero come riferimento per possibili nuove forme progettuali e di azione.

“L’obiettivo che si prefigge l’Amministrazione – ha detto il Sindaco Leoluca Orlando tra i presenti alla giornata conclusiva dei lavori – è quello di riprendere con forza in vista del nuovo Piano regolatore il rapporto tra il mare e la città, partendo naturalmente dalle borgate marinare storiche”

“L’Autorità Portuale di Palermo – commenta il commissario straordinario Vincenzo Cannatella – ha supportato il workshop internazionale di architettura e urban design, “PCA – Palermo Coast Actions”, perché è favorevole a ogni iniziativa che analizzi la problematica legata alla riqualificazione delle aree del waterfront, luoghi di significative sintesi di cucitura urbana tra città e funzioni portuali, aree determinanti per la fruizione del mare. L’apertura alle idee di giovani architetti e mondo universitario costituisce un ulteriore apporto di creatività che può diventare un punto di partenza per successive analisi e spunto importante nel disegnare il nuovo porto di Palermo, come è già stato fatto in passato”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.