Cronaca

Palermo, undici arresti per spaccio di droga

In pochi giorni i Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo hanno eseguito undici arresti per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti tra i giovani.

Nel week-end a Palermo, in via Pecori Girarli angolo via XXVII Maggio, i Carabinieri del dipendente Nucleo Operativo della Compagnia di Piazza Verdi, nell’ambito di un  servizio antidroga, traevano in arresto, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” Salvatore Arcuni e Francesco Tinnirello, entrambi disoccupati, noti alle forze dell’ordine.

I due presunti pusher venivano sorpresi a cedere rispettivamente 1.5 grammi di hashish a ad un 24enne palermitano e 1.3 grammi della medesima sostanza a un 25enne palermitano, entrambi segnalati alla locale prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti per scopo non terapeutico.

Nell’ambito delle perquisizioni locali e personali Arcuni veniva trovato in possesso di 26 stecchette di hashish dal peso complessivo di 40 grammi circa e la somma contante di 70 euro mentre Tinnirello veniva trovato in possesso della somma contante di 110 euro in banconote di piccolo taglio. Il tutto sottoposto a sequestro.

Gli arrestati dopo le formalità di rito sono stati tradotti ed associati presso la casa circondariale “Pagliarelli” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nel pomeriggio di venerdì, verso le ore 14:30 circa, a Monreale (PA), in piazza  Fedele, i Carabinieri della Stazione cittadina hanno tratto in arresto un giovane studente, identificato in P. g., 25enne palermitano, incensurato, sorpreso in possesso di 0.3 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, 0.3 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina e della somma di € 7,00 nei pressi di ente per formazione professionale.

Il giovane studente, a seguito di perquisizione domiciliare veniva trovato in possesso di ulteriori 10 grammi circa di marijuana, un bilancino di precisione  e somma contante di € 140,00, il tutto sottoposto a sequestro e custodito presso uffici locale stazione, in attesa di versamento rispettivamente per analisi di laboratorio e presso il L.A.S.S. Carabinieri di Palermo.

L’arrestato tradotto presso propria abitazione in regime di arresti domiciliari, nella giornata di ieri è stato giudicato con rito direttissimo, conclusosi con la convalida e nessun provvedimento, pertanto rimesso in libertà.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.