Primo Piano

Palermo, tanta paura su un Volo Ryanair. Un viaggio Low-cost life

Ryanair

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera della Signora Corinna Cascino

“Desidero raccontare la mia disavventura con Ryanair dello scorso 1 Febbraio. Il volo era in partenza
dall’aeroporto di Malepensa direzione Palermo (FR1440 delle ore 20.00). Tutto sembrava procedere
normalmente .
Dopo circa 30 minuti dall’orario previsto per la partenza ci annunciano che l’aeromobile deve subire la
procedura di schiacciamento altrimenti non può decollare, tale procedura richiederà del tempo.
L’equipaggio è molto scortese, non danno informazioni esaustive e non ci danno neanche l’acqua
gratuitamente, ma con soli 3 euro.

Alle 22.30 circa riusciamo a decollare. Il volo è molto turbolento. Iniziamo finalmente la discesa, c’è vento
l’aeromobile è instabile, le persone iniziano ad avere paura. Il pilota tira giù il carrello, io non vedo le luci
della pista, e inizio a tenere insieme a mio marito nostra figlia di 2 anni ben salda al sedile.

La turbolenza è fortissima, ho paura. Poco dopo il pilota con una brusca manovra vira a destra e risale.
Una Signora perde i sensi. Siamo terrorizzati. L’equipaggio non riesce a gestire l’emergenza a bordo,
fortunatamente c’era un medico e un’infermiera. Dopo diversi minuti, il pilota annuncia che per avverse
condizioni meteo non è possibile atterrare all’aeroporto Falcone Borsellino, atterreremo a Lamezia Terme.
Dopo un’attesa infinita alle ore 3:30 del 2 Febbraio ci portano in hotel. NON CI HANNO DATO NE CIBO NE
ACQUA.

Alle ore 8 eravamo nuovamente in aeroporto a Lamezia Terme. L’equipaggio annuncia che il pilota
non è quello della sera precedente, quasi a volerci tranquillizzare.
Con un “leggerissimo” ritardo atterriamo all’aeroporto Falcone Borsellino alle ore 11:36.

Lunedì sera poco prima del volo di rientro appuriamo che chi attendeva il nostro arrivo(vernerdì sera) ha
visto passare l’aereo sopra il parcheggio dell’aereostazione , l’aereo non era in pista, sembrava che volasse
sopra le macchine.

Mi sembrava giusto rendere pubblica questa storia, al fine di tutelare l’utenza che ogni giorno affolla gli
aerei Ryanair.
Con alcuni passeggeri stiamo avviando una procedura legale nei confronti della compagnia. Il trattamento
ricevuto non è stato umano. Io non smetterò di prendere l’aereo ma sicuramente non volerò mai più con
Ryanair.
Venerdì 1 febbraio hanno superato ogni limite e ci hanno messo in serio pericolo di vita.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.