CronacaPrimo Piano

Palermo, spazzatura e abusivismo in via Spinuzza

Via Spinuzza. Foto internet

Una piazza che dovrebbe essere il centro della movida più caratteristica della città e che, invece, restituisce una pessima fotografia di Palermo: spazzatura e abusivismo. Stiamo parlando di via Spinuzza, di fronte al teatro Massimo. La zona è più conosciuta come ‘Champagneria’, dal nome di uno dei tanti locali che vi operano.

Lì cittadini e turisti possono trascorrere piacevoli serate gustando ricchi aperitivi e ottimi kebab o sorseggiando un buon bicchiere di vino; o ancora possono assistere al caratteristico spettacolo dei ‘Pupi siciliani’.

Ma lo spettacolo più clamoroso esplode al centro del grande parcheggio: i cassonetti della spazzatura trasbordano sempre di ogni tipo di rifiuti avvolgendo la piazza di un odore nauseabondo di marcio e di carne putrefatta. Ai lati dei cassonetti e disseminati lungo tutte le aiuole giacciono vecchi materassi, elettrodomestici, resti di mobili e ogni altro elemento casalingo che non serve più allo scopo.

Sarebbe semplice trovare il colpevole di tutto questo nel sistema amministrativo. Sebbene sia da sottolineare l’assoluta assenza di raccolta differenziata in questa zona, bisogna anche riconoscere che la raccolta dei rifiuti avviene regolarmente ogni giorno.

Dunque, appare plausibile che le mancanze dell’amministrazione siano accompagnate da una segnata inciviltà dei cittadini e, nello specifico, degli esercenti commerciali. Essere gli artefici di una florida e positiva realtà economica non autorizza loro a rendersi anarchici padroni di tutta l’area.

Come se non bastasse, allo scempio causato dalla spazzatura si unisce l’abusivismo. Per l’intera giornata ‘parcheggiatori’ investiti di tale ruolo da strane logiche di quartiere gestiscono tutto i il traffico interno al parcheggio, pretendendo ovviamente la mancia sulla regolare scheda necessaria alla sosta.

Inoltre, dal tardo pomeriggio alcuni dei parcheggi vengono ‘occupati’ da tavoli e sedie impedendo sia ai clienti sia ai residenti di poter fruire dei posti auto.

Tale situazione vige da tempi immemori e ‘parcheggiatori’ e impiegati dell’Apcoa, azienda affidataria della gestione del parcheggio, convivono pacificamente senza valicare l’uno i confini definiti dall’altro.

Basterebbe poco a comprendere che mantenere l’area pulita e accogliente favorirebbe tutti, sia le attività commerciali, sia i residenti. Ma se i cittadini non sono capaci di tale sforzo, si rende necessario l’intervento dell’amministrazione e, probabilmente, anche delle forze dell’ordine.

Valentina D’Anna

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

4 commenti

  1. per i problemi dei pargheggi apcoa chiamate la resp, Italia
    Referente: Anna Bretschneider

    Telefono: 0376/345000

    segnalate tutto cio che accade.
    fatevi sentire

  2. Brava Valentina! Sono fiera di vedere che esistono persone come te, che hanno il coraggio di denunciare e parlare di questi problemi. Problemi seri, che da anni danneggiano la città di Palermo. Una città che dovrebbe essere una delle mete preferite per i turisti di tutto il mondo. Ma quali sono i ricordi che rimangono nella memoria dei turisti, la spazzatura, il traffico, l’inciviltà, la sporcizia, il disordine…la mancanza di regole, di rispetto… Molti devono prenderne coscienza, e cambiare la propria mentalità, ognuno nel proprio piccolo. Sono cresciuta all’estero, ma sono di Palermo, ho vissuto all’estero quasi tutta la mia vita, pur venendo spesso a Palermo… e posso fare dei paragoni con altri posti, con un’altra mentalità. Da noi manca il rispetto della propria terra… Si ragiona, pensando che una volta chiusa la porta di casa, quello che c’è fuori a poca importanza… Ma non è cosi. Impariamo a rispettare il luogo in cui viviamo, e lottiamo contro l’ignoranza. Grazie Valentina.

  3. Vi dico una cosa, i locali non hanno nessun permesso per poter mettere i tavolini nelle strisce blu. Questo comporta per noi residenti di quella zona con regolare pass (al costo di 10€ l’anno) un drastico calo dei posteggi usufruibili, facendo tempo fa un mail all’Apcoa non ho mai ricevuto risposta e tra l’altro da qualche mese a questa parte, nella carreggiata centrale di via spinuzza bassa sono presenti 2 autovetture con targa rumena e un ciclomotore abbandonati che non sono stati ancora rimossi!

  4. “‘parcheggiatori’ e impiegati dell’Apcoa, azienda affidataria della gestione del parcheggio, convivono pacificamente senza valicare l’uno i confini definiti dall’altro”…quando capiremo in Italia che alla vista di qualcosa di illegale non ci si gira dall’altra parte? Siamo un popolo omertoso, soprattutto noi siciliani…Vergogna!
    Complimenti per l’articolo…queste cose vanno denunciate. 😉

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.