Cultura

Palermo, Simonetta Agnello Hornby a Palazzo Branciforte

Simonetta Agnello Hornby, foto internet

Lunedì 22 aprile alle ore 17.30 all’auditorium Branciforte, Simonetta Agnello Hornby incontra la sua amatissima città. Non presenta un libro, ma dialoga con il pubblico tra ricordi ed emozioni, l’esperienza di avvocato dei minori e la passione per la scrittura.

Simonetta Agnello Hornby è nata e cresciuta a Palermo e vi torna spesso anche se da molti anni vive all’estero, dapprima negli Usa e in Zambia e poi, dal 1970, a Londra. È notissima come scrittrice ma, dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza e avere sposato un inglese, nel 1979 ha fondato Hornby and Levy, uno studio legale nel quartiere di immigrati di Brixton che ben presto si è specializzato nel diritto di famiglia e dei minori. Hornby and Levy è stato il primo studio d’Inghilterra a creare un settore riservato ai casi di violenza all’interno della famiglia e la maggior parte dei suoi clienti è caraibica o nera.

Da questa esperienza nasce Vento scomposto, il romanzo pubblicato nel 2009. Simonetta Agnello Hornby ha insegnato diritto dei minori all’Università di Leicester e per otto anni è stata presidente part time dello Special Educational Needs and Disability Tribunal.

Ha iniziato a scrivere romanzi nel 2000 e ha pubblicato con Feltrinelli La Mennulara (2002), La zia marchesa (2004), Boccamurata (2007), La monaca (2010) e La cucina del buon gusto (con Maria Rosario Lazzati, 2012); ha pubblicato inoltre Camera oscura (Skira, 2010) e Un filo d’olio (Sellerio, 2011). Tutti i suoi libri sono stati bestseller e sono stati tradotti in molte lingue. Dal 2008 Simonetta Agnello Hornby, pur continuando a esercitare l’attività di avvocato, si dedica principalmente alla scrittura.

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO DEI POSTI

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.