Cultura

Palermo si apre all’integrazione linguistica con “Tutte promossi”

Tutte promossi, foto di Francesca Del Grosso

“Tutte promossi” l’evento di consegna dei diplomi di lingua italiana segna un piccolo traguardo per le donne immigrate,  provenienti dal Bangladesh, Sri Lanka e Ghana, che hanno aderito al progetto d’integrazione linguistica, conseguito al termine di un  corso durato da marzo a luglio che ha conferito loro un’attestazione CILS (Certificazione di Italiano come Lingua Straniera dell’Università per Stranieri di Siena) riconosciuta a livello internazionale.

Errore voluto, quello nel titolo, che ad un occhio poco attento può sembrare una svista grammaticale, ma che  in realtà rappresenta l’errore da cui nasce la voglia di migliorarsi, hanno spiegato i docenti del corso.

Donne, madri che scelgono la strada dell’integrazione linguistica al fine di acquisire i mezzi  per educare i propri figli, le generazioni future del nostro paese. Un progetto avviato dalla Scuola internazionale per stranieri dell’Università di Palermo e finanziato dall’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro.

Un servizio”, spiega Mari d’Agostino, responsabile della scuola, “per l’intero territorio che si rivolge non solo all’Università, ma verso tutta la popolazione immigrata”.

La  Scuola Madre Teresa di Calcutta ha ospitato questa manifestazione accolta con grande entusiasmo dalle partecipanti del corso, che si è conclusa in festa tra musica e dolci, tutti preparati secondo le ricette tipiche di paesi lontani.

Una vera prova di integrazione non solo linguistica, ma culturale.

Francesca Del Grosso

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.