Cinema-Teatro-MusicaSiciliaHD

Palermo, serata internazionale per l’OSS con Respighi e Di Vittorio

Salvatore Di Vittorio. Foto Ufficio Stampa

Serata musicale dal respiro internazionale, quella in calendario al Politeama Garibaldi venerdì 23 novembre alle ore 21.15, per la stagione invernale dell’Orchestra Sinfonica Siciliana. Direttamente da New York, il direttore e compositore italo-americano (nato a Palermo) Salvatore Di Vittorio, dirigerà un concerto con musiche di Ottorino Respighi e con proprie composizioni.

Nel 1903, un Ottorino Respighi ancora ventiquattrenne, lasciava incompiuto il Concerto per violino in la maggiore per dedicarsi alla composizione di altre opere; nel 2008, Polito Pedarra – il curatore ufficiale dell’archivio respighiano, – a nome dei pronipoti del compositore bolognese, dava incarico al maestro Di Vittorio di completare la composizione e l’orchestrazione della partitura.

La versione completa del Concerto per violino è stata eseguita per la prima volta a New York, il 13 febbraio del 2010, dalla Chamber Orchestra of New York diretta dallo stesso Di Vittorio, con grande successo e ora sbarca al Politeama Garibaldi in prima europea. Al violino, la giovanissima artista bolognese Laura Marzadori (1989).

Oltre al Concerto per violino, saranno eseguite l’Ouvertura Respighiana (Respighi/Di Vittorio) in prima europea, l’Aria per archi (Respighi/ trascrizione Di Vittorio), Fontane di Roma (Respighi) e la Sinfonia n.3 Templi di Sicilia (Di Vittorio) in prima mondiale.

L’Overtura Respighiana fu composta da Di Vittorio nel 2008, un anno prima del suo completamento del Concerto per Violino. Il lavoro rappresenta da un lato l’omaggio non solo a Ottorino Respighi, ma anche a Gioacchino Rossini (La Boutique Fantasque e Rossiniana Suite); dall’altro un ringraziamento alla famiglia di Respighi per l’invito a completare alcuni lavori giovanili. Respighiana è pertanto dedicata ai pronipoti di Respighi, Elsa e Gloria Pizzoli.

L’Aria per archi è stata composta nel 1901, ed è un lavoro in un movimento. L’Aria è stata anche inclusa come uno dei movimenti finali nella Suite No. 2 per flauto e archi (1906) di Respighi. Di Vittorio l’ha trascritta rendendola eseguibile non solo per orchestra d’archi ma anche quintetto d’archi, in modo che possa essere eseguita con maggiore frequenza nei conservatori di musica e scuole in tutto il mondo.

Del 1916 è il poema sinfonico Fontane di Roma che Respighi dedicò alle fontane di Valle Giulia, del Tritone, di Trevi e di Villa Medici. La prima esecuzione avvenne al Teatro Argentina di Roma l’11 marzo 1917 sotto la direzione di Antonio Guarnieri.

In chiusura di concerto, l’esecuzione in prima mondiale della Terza Sinfonia “Templi di Sicilia”, composta da Di Vittorio nel 2011, appositamente per l’Orchestra Sinfonica Siciliana. L’opera è un omaggio ai principali templi che s’innalzano fieri sulla terra siciliana: il Tempio di Venere a Naxos, di Apollo a Siracusa, della Vittoria nell’area archeologica di Termini Imerese, di Diana a Segesta e il Tempio della Concordia ad Agrigento.

Il concerto replica sabato 24 novembre alle ore 17.30. Ingressi al botteghino da €10,00 a € 25,00. Riduzioni per junior, senior, enti convenzionati e possessori di carte sconto.

Comunicato Stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.