Primo Piano

Palermo, sequestro all’Antico Casale Alliata

Foto Ufficio Stampa

Il Nucleo Tutela Patrimonio Artistico della Polizia Municipale ha sequestrato stamani in Via Marinai Alliata n. 17, un manufatto realizzato abusivamente sul terrazzo di pertinenza del comprensorio dell’antico Casale Alliata, ubicato in zona sottoposta al “Vincolo Mondello”, vigente in difesa del patrimonio paesaggistico della borgata marinara.

La proprietaria e committente dei lavori, è stata denunciata all’autorità giudiziaria., perché sfornita di concessione edilizia e dei nulla osta del Genio Civile e della Soprintendenza. Il sequestro è stato convalidato dal gip Fernando Sestito su richiesta del pubblico ministero Daniela Randolo. Il sopralluogo degli agenti ha accertato la realizzazione di un manufatto di circa settanta metri quadrati suddiviso in tre ambienti, addossato alle mura medievali dell’arco di ingresso dell’antico casale.

In particolare, nella parte superiore dell’immobile, sono stati elevati dei muri perimetrali in pomicemento alti circa un metro per una estensione di circa otto metri con configurazione a elle e tramezzi in blocchi di pomicemento, con due aperture già predisposte.
All’interno, sono stati riscontrati in fase di definizione, i lavori di una cucina in muratura piastrellata e degli impianti idrici ed elettrici.

La proprietaria è stata denunciata all’autorità giudiziaria perché i lavori edili eseguiti comportano variante urbanistica, nonché per danneggiamento delle mura medievali. La stessa ha proceduto nei lavori di ampliamento nonostante fosse sfornita dei permessi previsti dalla normativa vigente che richiedono l’autorizzazione del permesso per costruire e del nulla osta della Soprintendenza e del Genio Civile.

Comunicato stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.