Cultura

Palermo, “Scrivertiamoci” luogo d’incontro degli scrittori

Dorian Art Cafè. Foto Internet

Al Dorian Art Cafè, dal14 novembre sono iniziati una serie d’incontri, a cadenza settimanale, di “Scrivertiamoci” laboratorio di scrittura creato e presentato da Ivan Fiore, comico palermitano. A questo evento partecipano scrittori e appassionati di scrittura di vari generi (gialli, romanzi, racconti etc…). Al termine degli incontri settimanali i capolavori saranno letti, valutati e scelti da gente preparata. Il racconto più importante, originale e breve, sarà pubblicato sulla rivista Palermo in Tasca.

Lo scorso Mercoledì Ivan Fiore con eleganza affabile, tipica degli antichi salotti letterari di un tempo ha presentato lo scrittore e giornalista palermitano Daniele Billitteri, dalla scrittura umoristica e pungente che racconta vizi e virtù dei palermitani. L’esilarante intervista tra il serio e il faceto condotta dall’artista palermitano ha rilevato aspirazioni e idee dello scrittore, tanto da far emergere tutto ciò che un attento osservatore come Billitteri ancora non ha raccontato nei suoi libri.

Ivan Fiore intrattiene il pubblico con il suo talento, un misto di passione e bravura, intelligenza e sensibilità. La sua arte sembra come l’ebrezza sottile e misteriosa di ogni inizio di stagione a tratti sublime, poetica, solare e quasi sempre riflessiva.Un Fiore da vedere assolutamente, un affabulatore che regala a tutti una comicità ricca di sfumature con il tocco di poesia “alla Fiore.” La sua comicità è cambiata negli anni, le dinamiche, i tempi hanno migliorato l’artista che usa un linguaggio forbito e osa come sempre giocare con le parole. Un gioco che rimane sempre un modo surreale per dire alcune mere verità. L’artista porta con sé il suo bagaglio di esperienza sul campo ma continua a provare nuove avventure mettendosi sempre in gioco.

Questo primo incontro del laboratorio di scrittura è stato dedicato al giallo noir e per l’occasione la scenografia era appropriata allo stile letterario, il tutto avvolto dalle melodie musicali affidate al virtuoso pianista jazz Joe Costantino, musicista versatile. L’idea nasce per gioco attraverso degli amici artisti palermitani.

Le loro performance nate nelle serate tra amici dà loro l’input di condividere con altri questa spontaneità e semplicità di comunicazione, che dal buffo arriva all’ironico e viceversa in un batter d’occhio. L’idea prende forma a poco a poco analizzando anche la sete infinita di scrivere di autori nascosti che con i social network esprimono a volte in monologhi fantastici i loro momenti di vita.

Ecco che si unisce l’idea di far partecipare questi misteriosi scrittori del web con la realtà perfezionata dal baratto dell’arte, cioè lo scambio diretto e talentuoso di artisti palermitani, ma con una scelta ben condivisa e a tratti rischiosa, di desiderare un vero e proprio pubblico. Tutto questo diventa occasione d’incontro, come sostiene l’artista Cocò Gulotta: «In queste occasioni la gente incontra gli artisti. Gli artisti vengono allo scoperto e sotto lo sguardo attento e appassionante del pubblico creano e si confrontano costruttivamente all’unisono».

Arte, in fondo, significa donare una parte di sé agli altri attraverso il proprio talento. E come non ricordare la frase di Karl Kraus “L’Amore e l’Arte non abbracciano ciò che è bello, ma ciò che grazie al loro abbraccio diventa bello”.

Gli ospiti della serata hanno giocato bene con il comico palermitano rispondendo con pungente ironia e intelligenza, con le musiche di Al Di Rosa che ha intrattenuto il pubblico con melodie ricche di sfumature ironiche con dei ritmi crescenti quasi a evidenziare con forza il proprio pensiero. La performance musicale dei “La Bottega Retrò” ha regalato al pubblico in sala sagace ironia, bravura e professionalità.

Ma le sorprese non finiscono lì. Sul palco del Dorian Artsale a sorpresa arriva un inaspettato ospite con un’ incursione dirompente, il “cuntastorie” Salvo Piparo, carismatico e talentuoso, che ha barattato la sua arte con il comico palermitano lasciando affascinati i presenti e soprattutto coloro che non lo conoscevano, portandoli in un viaggio a ritroso nel tempo “ ni lu tempu di lu cuntastorie”, un uomo che girava la Sicilia in lungo e in largo per raccontare le sue storie e le tradizioni con maestria e una mimica facciale particolare usata con intelligenza nel suo monologo.

Dopo il successo dello scorso mercoledì squadra che vince si migliora, il secondo appuntamento di “Scrivertiamoci” è il 21 Novembre al Dorian Art CafèPiazza Don Bosco ( ex Teatro Madison) dove la squadra Ivan Fiore, il pianista Joe Costantino, lo scrittore Daniele Billitteri e La Bottega Retrò si migliora e si completa con altre sorprese curiose e nuove incursioni di amici artisti.

Chi vuole partecipare scrivi e mandi il proprio lavoro all’e-mail scrivertiamoci@libero.it. Questa settimana sarà dedicata alle lettere, scrivere una lettera in 30 righe, lettera d’amore, lettera a un vicino o ad un amico. Con una scelta ponderata verranno scelte le più interessanti e allegre nel corso della serata.

Chiara Lo Faso

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.