Primo PianoSport

Palermo, punto prezioso per la salvezza. A Carpi finisce 1-1

FB_IMG_1454181337652

Finisce 1-1 la sfida salvezza tra Carpi e Palermo. Per i rosa il rammarico di non aver portato a casa i tre punti dopo che nel primo tempo erano passati in vantaggio con Gilardino.

Schelotto conferma la stessa formazione vista nella vittoriosa partita contro l’Udinese. La partita inizia a ritmi bassi con il Carpi che prova a sbloccare la gara con un tiro di Mbakoku che finisce non molto lontano dalla porta di Sorrentino.  Il Palermo risponde con un tentativo di Hiljemark che finisce alto. Il Carpi deve vincere e per cercare il gol cerca anche le conclusioni da fuori, prima con Mbakoku il cui tiro viene deviato e poco dopo con Letizia,  tiro a lato di poco.  Al 21′ a passare sono gli ospiti:azione corale iniziata da Quaison che serve sulla destra Hiljemark,  lo svedese è bravo a dare la palla di prima a Gilardino che controlla di destro e calcia di sinistro trovando il vantaggio.  I rosa prendono fiducia e sfiorano il raddoppio con Quaison, lo svedese da ottima posizione su cross di Struna colpisce di testa mandando incredibilmente fuori.

Il secondo tempo inizia con Castori che inserisce Lasagna e Mancosu al posto di Cofie e Mbakoku passando al 3-5-2, Schelotto e Tedesco rispondono richiamando in panchina  Quaison e Gilardino per Trajkovki e Crisante. Nonostante il cambio modulo il Carpi non riesce a impensierire Sorrentino, ma al 72′ l’episodio della svolta: Lasagna,  favorito da un intervallo entra in area e viene steso da Goldaniga. Rigore per gli emiliani,  Mancosu spiazza Sorrentino e pareggia il match.  Il Palermo non ci sta e cerca il nuovo vantaggio con un Vazquez ispirato che offre palloni interessanti che non vengono sfruttati dai compagni.  Nel finale la migliore occasione è per Cristante,  l’ex Benfica su azione di calcio d’angolo colpisce di testa sfiorando il palo.  La partita termina in parità.  Un risultato che al Palermo sta bene perché tiene a +6 il vantaggio sulla zona retrocessione.  Mercoledì al “Barbera” arriva il Milan.

INTERVISTE

Tedesco: “Importante era non perdere. Il Carpi veniva da quattro risultati utili consecutivi ritrovando fiducia. Ai punti sicuramente meritavamo la vittoria, ma la squadra ha giocato bene e siamo contenti di questo. Per me essere sulla panchina del Palermo è un sogno.  Con Schelotto c’è sintonia,  stiamo lavorando sul 4-3-3 in particolare sui movimenti di Vazquez e Hiljemark”.

Gilardino: “Peccato non aver vinto,  abbiamo giocato una buona partita. Con un po’ più di attenzione si poteva anche vincere,  ma portiamo a casa un punto prezioso. Siamo in crescita, stiamo bene fisicamente. Abbiamo cambiato modo di lavorare. Schelotto ci sta dando tanto. Segnare fa sempre piacere ed è emozionante,  continuerò a dare il massimo in ogni gara”

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.