Economia & Lavoro

Palermo, proteste al Teatro Biondo

Persistendo il grave stato di crisi al Teatro Biondo Stabile di Palermo, a seguito della non approvazione dei bilanci da parte dei Soci (Regione Siciliana, Provincia Regionale di Palermo, Comune di Palermo, Fondazione Andrea Biondo), i lavoratori del Teatro, riunitisi in assemblea, hanno confermato lo stato di agitazione e annunciano una serie di iniziative di protesta.

Il Teatro è stato listato a lutto e oggi, martedì 2 luglio, intorno alle ore 10.00, alcuni di loro hanno manifestato dai tetti del Teatro.

E’ in discussione uno sciopero che potrebbe fare saltare il previsto spettacolo di danza di giovedì 4 luglio.

AGGIORNAMENTO La Giunta Comunale ha deciso oggi l’anticipo al Teatro Biondo di una parte del contributo previsto per il 2013, pari a circa cinquecento mila euro. “Abbiamo deciso di procedere subito e in deroga – spiega il Sindaco – perché non è pensabile che i lavoratori paghino le conseguenze di una gestione passata che ha portato il Teatro in questa situazione. Con questo anticipo, si potrà far fronte al pagamento di alcuni stipendi, indispensabile per ridare un minimo di serenità al Teatro.”

L’Assessore Giambrone ha intanto confermato che il Comune intende promuovere un’azione di rilancio del Teatro, “che non può prescindere dal rapporto e dal coinvolgimento della Regione, altro socio dell’Ente.” Giambrone ha anche ribadito che l’Amministrazione mira ad un rilancio dello Stabile di Palermo con attività di qualità e una gestione oculata, così come tutte le altre istituzioni culturali della città.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.