Cultura

Palermo: presentati alla Mondadori i libri di Traina e Ceraulo

Alli Traina e Fabio Ceraulo ( foto di Noemi Cusano)

Presentati  giovedì 11 ottobre, presso la libreria Mondadori Multicenter di Palermo, i due libri di Alli Traina e Fabio Ceraulo, “Vicoli vicoli” e “Palermo Nascosta”, due percorsi accomunati dalla stessa passione per la città natale, Palermo, e da un’instancabile curiosità di esplorare quei posti quasi dimenticati, raccontandola tra fascino e degrado, presente e passato.

I due autori hanno fatto la reciproca conoscenza grazie all’editore Dario Flaccovio, che ha pubblicato entrambe le opere, ed è stata proprio Alli Traina a curare la prefazione del libro del collega. Entrambi hanno preso spunto da parenti, amici, conoscenti ed estranei che avevano voglia di raccontarsi.

L’autrice palermitana, in particolare, passeggiata dopo passaggiata, diviene una “turista per caso”, imbattendosi in realtà così vicine, eppure ancora sconosciute.
Descrivendo il rapporto tra l’uomo e la propria città lo paragona a quello tra le persone, affermando che “un rapporto muore quando si smette di studiarlo, quando la bellezza che all’inizio ci ha appassionato la diamo per scontata, non la guardiamo più, concentrandoci sul”brutto”, inteso come qualcosa di esterno di cui lamentarci”.

Ancora sottolinea che “un luogo muore quando finisce la passione” ed il filo rosso che lega i due autori è quello di non essere degli esperti, degli storici di arte, ma dei semplici appassionati che si definiscono “esploratore” e “passeggiatrice”.

Alli Traina in realtà aveva, come progetto iniziale, quello di fare semplicemente una guida della città, ma un giorno casualmente, mentre sta seduta in un bar, ascoltando il racconto della proprietaria sulla madre, si rende conto che trova molto più interessante raccontare Palermo attraverso le storie e le memorie dei palermitani. Intraprendere questo “viaggio” è stato per lei, così come per ogni viaggiatore, una scoperta di se stessa in rapporto ad oggetti e storie nuove.

Continua affermando che Palermo è una città magica, perché nonostante non abbia una via di mezzo, “o bellissima o bruttissima”, riesce a svelare a chi la vive, quotidianamente o da turista, le cose in modo molto casuale.

Fabio Ceraulo nel suo libro, invece, riporta con un taglio semplice aneddoti, dicerie, esperienze divertenti della storia passata, ma anche recente, che passano di bocca in bocca per le strade della nostra “Palermo nascosta” che merita di essere conosciuta.
Il filo conduttore del suo libro è più rivolto al sociale, al rapporto tra Palermo e i palermitani, che lui ritiene poco innamorati della città, perché abituati da sempre a “lasciarsi mettere i piedi sopra la testa”.

L’autore non lesina critiche alla classe politica/amministrativa per lo scarso impegno nella gestione di quei luoghi che rappresentano il nostro patrimonio storico/culturale, ma evidenzia anche lo scarso interesse che gli stessi cittadini mostrano accettando passivamente questo stato di cose, mentre dovrebbero essere i primi a conoscere la propria città.

Particolarmente interessante è stato il confronto tra i due giovani autori riguardo queste tematiche. Entrambi gli autori si sono trovati d’accordo nell’affermare che anche le zone più degradate hanno il loro fascino, ma Ceraulo sottolinea l’importanza di renderli comunque visibili, e non chiuderli come succede attualmente.

A conclusione dell’incontro Alli Traina cita una famosa frase di Dostoevskij “la bellezza salverà il mondo” che dal russo può anche essere tradotta “il mondo salverà la bellezza” e si augura che sarà Palermo e i palermitani a salvare questo grande patrimonio artistico e culturale che è la nostra città.

Lo scopo, anche se con metodologie diverse, di entrambi gli scrittori è quello di tenere in vita le tante storie che rischiano di perdersi e di raccontare il lato più intimo di Palermo e di stimolare in chi le legge il desiderio di riprendersi ciò che gli appartiene: la propria città,le proprie radici.

Noemi Cusano

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.