CronacaPrimo Piano

Palermo: poliziotto spara al figlio e si suicida

Foto Internet

Ci risiamo: i drammi della follia sono davvero ormai all’ordine del giorno. Stavolta la cronaca ci porta a Misilmeri, vicino Palermo, dove stamattina all’alba un poliziotto di 38 anni ha rivolto la sua pistola d’ordinanza contro il figlio di 7 anni che dormiva e poi ha mirato alla propria tempia suicidandosi. In casa c’era anche la moglie del poliziotto, che però a quanto pare non avrebbe sentito nulla. Il bambino è stato portato d’urgenza all’Ospedale Civico di Palermo, dove stanno facendo il possibile per salvarlo.

Nel frattempo la polizia scientifica sta cercando di fare chiarezza sul gesto del poliziotto che prestava servizio nella Mobile: all’origine della tragedia potrebbero esserci problemi economici. La sezione Mobile della polizia sembra avere negli ultimi anni una sorta di anatema sulle spalle: l’episodio di stamattina annovera infatti il terzo suicidio negli ultimi quattro anni di un investigatore delle sezioni speciali di piazza Vittoria.

E intanto il capoluogo siciliano è sotto shock per la seconda volta in pochi giorni, dopo che mercoledì un rumeno ha ucciso la propria moglie e la coinquilina e poi si è tolto la vita gettandosi sotto un treno nella stazione Giachery-Notarbartolo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.