Primo PianoSport

Palermo poco pungente, la Samp si impone 2 a 0. Negati due rigori ai rosa

 

images

Chiusura di anno amara per il Palermo che nella trasferta di ieri a Genova contro la Sampdoria perde 2 a 0. Solo una novità nel Palermo, il ritorno di Gilardino dal primo minuto affianco di Trajkovski. La Samp invece si presenta con Cassano supportato da Carbonero e Soriano. E’ proprio il barese a rendersi pericoloso con un’iniziativa dalla sinistra, la palla finisce a Soriano che da posizione favorevole manda alto. Dopo un inizio timido. la squadra di Ballardini si fa vedere in avanti. E’ il Mudo il più pericoloso: prima prova una conclusione impossibile defilato sulla destra che termina larga poco dopo  serve di testa Trajkovski che calcia di controbalzo creando difficoltà a Viviano che è costretto a metterla in angolo. Al 16 i rosa vanno vicini al vantaggio, Vazquez dopo un’azione personale palla al piede viene messo giù da Fernando, l’arbitro lascia correre e la palla arriva a Trajkovski. Il macedone fa partire un bel sinistro che finisce fuori di poco. Un minuto dopo è Gilardino a rendersi pericoloso stoppando un bel pallone in area  provando la girata da posizione defilata, ma la conclusione finisce fuori. Al 21′ proteste del Palermo: Gilardino viene trattenuto per un braccio in area impedendogli di colpire la palla, Fabbri lascia proseguire. Il rigore sembra esserci.

La Sampdoria ritorna a farsi vedere in avanti col solito Cassano che su la corta respinta di Gonzalez prova la conclusione che finisce alta. Negli ultimi 15 minuti i blucerchiati spingono e a pochi minuti dalla fine del primo tempo ci vuole un super Sorrentino a evitare lo svantaggio ai suoi: Fernando batte un bellissimo punizione indirizzato sotto la traversa, ma il capitano rosa con un gran tuffo la respinge in angolo.

Nella ripresa il Palermo si fa schiacciare troppo lasciando campo alla squadra di Montella che all’ottavo passa: Goldaniga sbaglia il passaggio regalando palla a Cassani, il terzino senza pensarci due volte lancia Cassano sulla sinistra, il numero 99 sfida Gonzalez e mette la palla in mezzo dove Soriano indisturbato ha il tempo di piazzarla di sinistro battendo Sorrentino per l’1-0. A questo punto Ballardini cambia qualcosa: inserisce Quaison e poco dopo Djurdjevic per Chochev e Gilardino. La reazione dei rosa si ferma solo a una punizione alta di Vazquez guadagnata dallo stesso numero 21 svedese. La Sampdoria al 76′ chiude i giochi: Muriel lancia Ivan solo sulla destra, Sorrentino legge male l’uscita e il centrocampista blucerchiato lo supera con un bellissimo pallonetto di destro per il raddoppio.

La partita sembra chiusa, ma Trajkovski ha la possibilità di riaprirla a 5′ dal termine. Il macedone viene lanciato in porta a tu per tu con Viviano che respinge la conclusione. Nel finale Sorrentino evita il tris su un colpo di testa di De Silvestri mentre Viviano respinge una bella conclusione di Lazaar. Nei minuti di recupero viene negato un rigore ai rosa, Djurdjevic viene ammonito ingiustamente per simulazione. Da segnalare l’ammonizione di Gonzalez che era diffidato quindi salterà il match di ripresa del campionato contro la Fiorentina, al Barbera.

 

INTERVISTE

Ballardini: “Direi che abbiamo fatto molto bene nel primo tempo – sottolinea l’allenatore rosanero nella conferenza stampa post partita – nel quale è mia convinzione che il Palermo meritasse il vantaggio. In avvio di ripresa un paio di errori in disimpegno hanno dato coraggio alla Sampdoria, che ha poi dimostrato ancora una volta di non meritare la posizione di classifica che ha attualmente. Abbiamo comunque avuto delle chance per riaprire la partita, ma oggi evidentemente non era destino. Abbiamo commesso degli errori noi, probabilmente ne ha commessi anche l’arbitro, in particolare sull’intervento in area di Cassani su Gilardino nel primo tempo. Sono cose che capitano. Ci manca un po’ di mestiere, che dobbiamo acquisire alla svelta. La Serie A non concede disattenzioni, sul campo serve massima concentrazione. Non mi sento però di rimproverare la squadra, che oggi ha fatto la sua partita”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.