CulturaPrimo Piano

Palermo. Scaldati ricorda padre Puglisi con “Oratorio per Don Giuseppe”

Presentazione libro Franco Scaldati. Foto di Francesca Del Grosso

Ieri sera, alle ore 20.00, presso la chiesa di San Giovanni Decollato, sita nell’omonima piazza, Franco Scaldati, poeta siciliano, ha omaggiato il ricordo di padre Pino Puglisi attraverso la lettura della sua opera “Oratorio per don Giuseppe”.

Sono intervenuti, Don Cosimo Scordato, autore dell’introduzione dell’opera di Scaldati, Roberto Giambrone ed il critico Guido Valdini.

Padre Cosimo Scordato, nella presentazione ha sottolineato l’importanza di ricordare padre Puglisi attraverso la poesia, e soprattutto attraverso i versi umili di Scaldati che ne colgono la santità poetica.

Scaldati ha regalato una lettura di un testo inedito, un’interpretazione struggente di una natura lussureggiante, una visione paradisiaca perduta, un’ ambientazione, quella del giardino di Brancaccio tra alberi, uccelli, angeli, che rievoca la metafora del paradiso terrestre.

Una poesia evocativa ed intensa, un poemetto epifanico che danza sul limite dell’abisso che racconta l’anima di Don Giuseppe cogliendone la leggerezza del suo essere dinanzi alla morte.

L’opera è sprovvista del racconto, della parabola, della narrazione, mette in evidenza la volontà da parte dell’autore di non voler procedere attraverso la mera cronaca, ma  attraverso un registro poetico di versi frammentati, sospesi tra cielo e terra, che colgono l’incontro  scontro tra don Puglisi ed il suo assassino. Una poesia teatrale, dinamica che attraverso un indomabile dialetto siciliano descrive la scena  e la rende nitida e vibrante.

Francesca Del Grosso

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati