Economia & Lavoro

Palermo, motocarrozzine. “Licenze rilasciate in base a flussi turistici”

Salvatore Altadonna, foto internet

“Il Consiglio della V circoscrizione ha approvato questa mattina il regolamento che riguarda il rilascio delle licenze per le motocarrozzine. Concordo sulla necessità di sanare gli attuali abusivi, ma trattandosi anche di una nuova opportunità di lavoro si potrebbero rilasciare altre licenze in base alle richieste del settore”. Questo il commento di Salvatore Altadonna, consigliere della V circoscrizione di Ora PD.

“Al momento, a Palermo, gli irregolari provvisti di motocarrozzine sono 15 – precisa Altadonna – e il regolamento approvato oggi prevede, infatti, il rilascio da parte del Comune di altrettante licenze. Ma se iniziassimo a vedere tale sistema di trasporto come servizio rivolto ai turisti e dunque come una nuova opportunità di lavoro, perché non prevedere il rilascio di un numero superiore di licenze da stabilire in base alle reali esigenze di mercato e dunque all’intensità dei flussi turistici?

L’art. 14 di tale regolamento – continua il consigliere – prevede però che tali licenze possano essere trasferite da padre in figlio. Non vorrei che l’iniziativa, nata come sanatoria, possa invece determinare la creazione di una nuova lobby e la conseguente compra-vendita di licenze. La legge nazionale sulle attività a conduzione familiare prevede già che ad esempio, in caso di impedimento da parte del titolare della licenza, il figlio possa diventarne conduttore, ma non proprietario. Il Comune non può e non deve rilasciare licenze ereditarie e ad personam, inficiando di fatto il mercato del lavoro.

Non vorrei infatti che, anche a Palermo, l’elezione del sindaco venisse decisa, come già accade a Roma, sulla base delle politiche attuate nei confronti dei tassisti. Credo – conclude Altadonna – che in un periodo di crisi come questo, l’obiettivo principale di un Comune dovrebbe essere la creazione di nuove opportunità di lavoro e non la creazione di nuove lobby. Ribadisco il mio sì al regolamento, a patto che venga aumentato il numero di licenze e che venga cassato l’art. 14 che ne prevede l’ereditarietà”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.