Cinema-Teatro-Musica

Palermo, Lina Sastri al teatro Al Massimo con “Linapolina”

Lina Sastri. Foto Internet

Profondi occhi scuri, pelle candida, capelli bruni: Lina Sastri è stata la giovane scoperta cinematografica di Nanni Moretti in Ecce Bombo. Sorridente e disinibita, ha fatto perdere la testa un po’ a tutti i registi che l’hanno incontrata nelle loro strade da Gianfranco Mingozzi, Giuseppe Bertolucci, Nanni Loy e Ricky Tognazzi.

Una carriera costellata di ruoli decisivi in film che hanno anche sbancato il botteghino e che l’hanno vista primeggiare come uno dei pochi volti freschi e davvero promettenti del cinema italiano. Lina Sastri è un’artista completa. Musica, recitazione, palco. Stile classico e modernità, tradizione napoletana e orgoglio italiano, rara grazia e sensibilità.

Di madre napoletana e padre siciliano, è ancora adolescente quando calca i palcoscenici del suo quartiere e capisce esattamente cosa vuole fare da grande: l’attrice. Dotata di spirito di sacrificio e temperamento sanguigno comincia così a formarsi in teatro, mettendo mano a quella recitazione popolare napoletana e alla tradizione del teatro partenopeo che sono di sua eredità, così come di tutti i napoletani. Vitale, musicale e tragica

Linapolina – le stanze del cuore– così la Sastri, ha voluto chiamare il suo spettacolo, questo concerto in musica e parole dove racconta la sua terra con la sua musica immortale, infinita, accompagnata da otto musicisti, passando, come sempre, dalle parola alla musica, alla danza, in un flusso dell’anima che va e viene, come il mare. Come sottotitolo ha scelto “le stanze del cuore” perché, scrivendolo, si è accorta che ogni parola, verso, o nota visitavano uno spazio del palcoscenico, facevano vivere suoni e pensieri nello spettacolo, che così è diventato una “cantata poetica in musica”.

Percorsi che non hanno paura di cantare la tradizione senza limitarsi alla tradizione, cercando nella musica il teatro, guardando ad ogni canzone come a un momento di emozione da comunicare con la voce, con il canto, con il corpo, con il cuore, con l’anima

Giada Mercadante

Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.