Sport

Palermo, l’ex Bolzoni: “Scelto Novara perchè hanno creduto in me. Spero che il Palermo si salvi, Schelotto è preparato”

download (2)

Franco Bolzoni, ex giocatore del Palermo passato al Novara negli ultimi giorni di mercato, ha parlato ai microfoni di “Tuttomercato web” tracciando un bilancio della sua esperienza in Sicilia e non solo.

Ricordi più belli di Palermo? Il campionato vinto in Serie B. E’m stata una bella esperienza.In città mi sono trovato benissimo,  ho lasciato persone a cui mi sono affezionato”. Il caos di inizio stagione a Palermo: “Visto l’inizio, si pensava di poter fare meglio. Magari Iachini non era d’accordo con la società su alcune scelte, il suo esonero ha fatto fatica ad essere accettato Ma ora il Palermo sembra in ripresa, spero faccia bene. Salvezza? “Frosinone e Carpi non mollano. Non mi aspettavo la Sampdoria in zona salvezza. Sarà una lotta avvincente”.

Lite Ballardini-Sorrentino? “Ballardini faceva le sue scelte, a qualcuno non andavano bene ed è successo un po’ di caos. Essendo abbastanza fuori perché ero alle prese con l’infortunio, non ho ben capito neanche le dinamiche di quello che è successo. Comunque l’importante è che ora il Palermo si sia ripreso, Schelotto nonostante non parli l’italiano mi sembra preparato”.

La scelta di Novara? Il Novara mi ha fatto l’offerta giusta e ho accettato. Una bella piazza, ma mi proponevano sei mesi di contratto. Ho scelto Novara perché hanno creduto in me più di tutti con un contratto lungo. Mi voleva anche il Perugia, ma l’offerta di contratto era diversa da quella del club piemontese”. Il ritorno in campo? “Ho voglia di tornare. Magari passeranno dieci giorni, lavorerò per rientrare il prima possibile e dare il mio contributo. Il mio unico pensiero per adesso è tornare a giocare. Sono fuori da tanto e quindi vorrei fare una decina di presenze. Poi a giugno tireremo le somme, se sarò in A con il Novara o magari mi aspetterà un anno di B. Chissà”

Vazquez in futuro dove lo vedi? “Alla Juve, ritroverebbe Dybala.  Sono molto amici. Franco ha qualità, può giocare ovunque. Dybala? Sapevo che avrebbe fatto bene.  Lavora per la squadra al di là di quanto giochi”

Mourinho-Conte? “Ho lavorato con Mourinho all’Inter. A lui piace stare in Inghilterra. Fa il manager, il sogno di ogni allenatore. È il numero uno, lo dimostrerà ancora. Differenze con Conte? Forse Conte è più diretto. Mourinho ti fa entrare le cose in testa e ti fa passare le paure senza che te ne accorga. Conte ti carica, non ti fa mai abbassare la guardia. Entrambi però sono carismatici”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.