Primo PianoSalute & Sanità

Palermo, l’ARPA propone nuove misure per combattere l’inquinamento stradale

foto di Antonella Tantillo @copyright Panastudio

Palermo, giovedì 12 Maggio la Regione Sicilia, insieme con il Comune di Palermo e l’ARPA, promuoverà un incontro dedicato al contrasto all’inquinamento.

L’ARPA, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente e la RAP hanno registrato parametri davvero preoccupanti. In particolare, una concentrazione di agenti inquinanti gravemente dannosi per la salute, che nella nostra città sono spesso al di sopra dei limiti di legge.

Infatti, nonostante il miglioramento complessivo dei parametri registrati dal 2001 ad oggi, molto lavoro resta da fare per ricondurre la qualità dell’aria entro i limiti di rispetto per la salute.

Ciò che preoccupa maggiormente è l’elevata presenza del biossido di azoto e delle cosiddette “polveri sottili”, ovvero PM10 e PM2,5, gravemente dannose per la salute dell’apparato respiratorio.

L’ARPA individua l’inquinamento stradale come principale responsabile dell’innalzamento di tali parametri.

Sono soprattutto i motori a diesel a produrre maggiori quantità di elementi inquinanti.

L’ARPA sostiene inoltre che, relativamente ai cosiddetti “gas serra”, il traffico stradale è responsabile
rispettivamente del 58 e del 40 per cento, seguito dagli impianti
combustibili per riscaldamento.

Tuttavia la progressiva introduzione dei veicoli rispettosi della normativa comunitaria (da Euro 1 a Euro 6) e l’introduzione di limitazioni all’uso di combustibili più inquinanti per le navi che sostano al porto e per i
mezzi pesanti, ha portato ad un miglioramento della qualità dell’aria cittadina non indifferente .

Ma la situazione può ancora migliorare. L’ARPA si impegna, per l’appunto, a promuovere interventi che portino alla riduzione del traffico stradale, vietando ai mezzi pesanti di circolare in alcune aree della città e ampliando le Zone a traffico limitato

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.