Cultura

Palermo, “La rivoluzione dei precari”

Lorenzo Ait. Foto di Francesca Del Grosso

Lorenzo Ait, classe 1980, laureato in Scienze della Comunicazione, ieri presso la sala eventi della Mondadori Multicenter di Palermo ha presentato l’uscita del suo ultimo libro “La rivoluzione dei precari”.

Un libro dal titolo provocatorio, da leggere tutto di un fiato che ci insegna come sconfiggere la piaga del precariato, superando le regole imposteci dal sistema e riscrivendone altre, le nostre,  diventando Neoprecari.

Ma come si fa a diventare Neoprecari? Ait parte dalla sua esperienza personale fino ad arrivare ad esempi eclatanti come Salvador Dalì e Steve Jobs. Come ha dichiarato l’autore “Il segreto è sapersi vendere. Sapersi vendere è il lavoro più nobile”.

Bisogna sconfiggere l’analfabetismo economico incalzante dei nostri tempi ed iniziare a comprendere “il Sistema dei Ricchi”, della casta. Ait spiega che quando ci si affaccia al mondo del lavoro ci si prospettano due vie : la Sicurezza e la Ricchezza.

La prima si presenta come percorso senza intoppi, ma piatto e regolato dal menzionato Sistema dei Ricchi, poi c’è la via della ricchezza, un percorso ad ostacoli dove uno su mille ce la fa, ma il fortunato potrà assaporare la vittoria.

Bisogna essere imprenditori di noi stessi, fautori del proprio destino, liberarsi di tutte le menzogne che ci hanno raccontato sul lavoro, imparando a scegliere la nostra strada ed assumendoci  nuove responsabilità, ma anche  prendendoci qualche rivincita. “Visto che dobbiamo giocare, facciamolo per vincere” prosegue Ait.

È questo allora l’antidoto per un futuro senza incertezze? La risposta se positiva, dipenderà da ogni singolo precario, e dalla sua volontà di misurarsi con un sistema economico in crisi attraverso un approccio ottimistico, valorizzando le proprie competenze.

 Francesca Del Grosso  

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.