CronacaPrimo Piano

PALERMO: LA POLIZIA BECCA GLI AUTORI DI UNA LUNGA SERIE DI RAPINE

arresto a Palermo
arresto a Palermo

PALERMO: LA POLIZIA DI STATO RISALE AGLI AUTORI DI UNA LUNGA SERIE DI RAPINE COMPIUTE DA DUE MALVIVENTI DI “BORGO NUOVO”

La Polizia di Stato, segnatamente personale della Squadra Mobile, diretta da Rodolfo RUPERTI, ha proceduto all’ esecuzione di un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, emessa dal Tribunale di Palermo, nei confronti di RIELLA TOMMASO, di anni 19 e MATTARELLI ALESSIO, di anni 24, entrambi residenti a Borgo Nuovo.

E’ lunga la teoria di rapine che i “Falchi” della Squadra Mobile sono riusciti ad attribuire ai due malviventi, tutte concentrate nello stretto lasso di tempo che intercorre tra il 18 ed il 26 agosto scorsi.

Tra i 300,00 e gli 800,00 euro i bottini racimolati, nel corso di ogni singola rapina, da parte dei malviventi quasi sempre armati di un lungo coltello.

Ecco le rapine attribuite ai malviventi:

il 18 agosto ad una pompa di benzina di viale Michelangelo;

lo stesso giorno, ad un supermercato di via Beato Angelico;

il 19 agosto, ad una farmacia di viale Piazza Armerina;

il 22 agosto, ad un supermercato di via Casella;

il 26 agosto ad una farmacia di viale Michelangelo;

Riella e Mattarelli sono stati riconosciuti dai poliziotti della Squadra Mobile, dopo una laboriosa attività d’indagine, anche attraverso l’abbigliamento indossato durante gli assalti e sequestrato durante le perquisizioni nei rispettivi domicili.

Un elemento ricorrente nelle rapine è rappresentato dall’utilizzo, quale mezzo di fuga utilizzato dai malviventi, di un piaggio Zip, apparentemente diverso perché oggetto di riverniciatura, nel corso di ogni assalto, come ricostruito dai poliziotti.

Il mezzo, sequestrato dai poliziotti, ad una attenta analisi, recava inequivocabili segni di sovrapposizioni di verniciatura, compatibili con la cronologia degli assalti.

I due risultano reclusi presso la locale casa circondariale.

 

 Palermo,  28 Dicembre 2016

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.