CronacaPrimo Piano

PALERMO: LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UN GHANESE CHE NON VOLEVA FORNIRE LA PROPRIA IDENTITA’

foto di Antonella Tantillo @copyright Panastudio
foto di Antonella Tantillo @copyright Panastudio

PALERMO: LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UN CITTADINO EXTRACOMUNITARIO CHE, SORPRESO SENZA TITOLO DI VIAGGIO A BORDO DI UN AUTOBUS DI LINEA , VA IN ESCANDESCENZA SCAGLIANDOSI CONTRO ‘VERIFICATORI’ E POLIZIOTTI

 

(di REDAZIONE) La Polizia di Stato ha tratto in arresto Ephraim John, 44enne ghanese senza fissa dimora, resosi responsabile dei reati di violenza, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale, rifiuto di indicazioni sulla propria identità e porto abusivo di arma da taglio.

Poliziotti appartenenti al Commissariato di P.S. ‘Libertà’, ieri, intorno alle ore 15.30,  si sono recati in via Libertà dove era stata segnalata un’aggressione ai danni di personale dell’Amat in servizio sulla ‘linea 102’, ad opera di un cittadino extracomunitario sorpreso a bordo dell’autobus senza titolo di viaggio.

Intervenuti sul posto, gli agenti sono riusciti a convincere il cittadino straniero, poi identificato per Ephraim John 44enne di nazionalità ghanese, a scendere dal mezzo Amat, ma questi, una volta in strada, non solo si è rifiutato di fornire le proprie generalità, ma si è scagliato contro di loro al fine di guadagnare la fuga. Al contempo ha cercato di prendere un oggetto dalla tasca posteriore dei pantaloni, ma è stato immediatamente bloccato dagli agenti, anche con l’ausilio di un’altra volante di polizia nel frattempo intervenuta.

La perquisizione personale a cui Ephraim è stato sottoposto, ha permesso di rinvenire nella tasca posteriore dei suoi pantaloni un coltello  tipo “roncola” di circa 16cm.

L’uomo è stato tratto in arresto e condotto presso gli uffici di polizia dove, a seguito di approfonditi  accertamenti, è risultato annoverare diversi ‘Alias’ e per ognuno di essi svariati pregiudizi penali  e conseguenti decreti di espulsione dal territorio nazionale.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.