Cronaca

Palermo, Inps convoca madre per accompagnamento: la donna è morta da un anno

Una normalissima lettera dell’Inps arriva nella buca delle lettere chiedendo una convocazione per rinnovare l’assegno di accompagnamento della madre. Peccato però che la donna in questione è già morta da circa un anno.

Protagonista della vicenda un palermitano che ha ricevuto pure sul cellulare un sms che informava i figli del fatto che i medici sarebbero venuti il 29 maggio per la visita ed accertare così le condizioni della pensionata.

“Da cattolico credo nei miracoli, poi quando ho ricevuto l’sms era anche Santa Rita, la Santa dei casi impossibili – racconta Giovanni Saccone. Ma il troppo è troppo. Ecco come funziona la macchina dell’assistenza ai cittadini. A distanza di un anno dalla presentazione della domanda di accompagnamento è arrivata la raccomandata per comunicarci l’arrivo della visita domiciliare”.

L’Inps ha fatto sapere che “è possibile che la comunicazione non sia arrivata alla commissione sanitaria. Adesso è tutto controllato da un cervellone elettronico. Ci scusiamo per quanto provocato ai figli”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.