Primo PianoSport

Palermo inguardabile: il Chievo si impone 3-1

chievopalermo-31_1073445sportal_news

Il Palermo esce sconfitto dal campo del Chievo e la corsa verso la salvezza si fa ancor più complicata. Una squdra senza cattiveria e poco concreta. Novellino apporta dei cambi all’undici titolare: in difesa Cionek prende il posto di Gonzalez, arrivato solamente venerdì a Palermo dopo gli impegni con la Nazionale. A centrocampo Brugman vince il ballottaggio con Chochev nell’affiancare Jajalo e Hiljemark. In attacco Trajkovski insieme a Vazquez con Gilardino punta centrale.

Il Palermo prova subito a portarsi in vantaggio con Brugman che da fuori cerca la conclusione che però finisce alta. Il Chievo alla prima occasione passa: cross dalla sinistra di Gobbi tocca di tacco Meggiorini e Cacciatore, completamente solo sul secondo palo appoggia in rete per il vantaggio clivense. Il Palermo tenta la reazione con Gilardino che prova la conclusione da fuori che finisce non di molto lontano dalla porta di Bizzarri. Il numero 11 rosa sembra ispirato e al 28′ trova il pari: bellissimo suggerimento di Brugman, Gilardino in un primo momento viene fermato dall’intervento del portiere Bizzarri, ma nel rimpallo  ritrova la palla e a porta vuota trova il gol. Nel finale di tempo la gara non concede altre emozioni, solo tanto nervosismo. In particolare un battibecco Andelkovic-Meggiorini protagonisti di un contrasto in area rosa. Per entrambi ammonizione. Da sottolineare la sostituzione Hiljemark per l’esperto Maresca al 39′ del primo tempo.

Il secondo tempo si apre con il Chievo subito in avanti e al 53′ trova il nuovo vantaggio: altra distrazione della difesa del Palermo, su cross di Cacciatore è bravo Rigoni di testa a anticipare Struna e battere Sorrentino per il nuovo vantaggio del Chievo. Il Palermo, nonostante lo svantaggio, non reagisce. Novellino inserisce Quaison per Brugman in modo da cercare di dare più rapidità alla manovra offensiva dei suoi. Al 75′ però il Chievo la chiude con una grande punizione di Birsa  che batte Sorrentino. Entra anche Balogh al posto di Trajkovski per tentare il tutto per tutto, ma al Palermo oggi è mancata cattiveria (non è la prima volta). Il risultato non cambi. Sconfitta per il Palermo che rimane a quota 28 punti e non approfitta degli stop di Carpi (sconfitto ieri in casa contro il Sassuolo) e Frosinone (sconfitto oggi pomeriggio 4-1 dal Genoa). Settimana prossima nel posticipo di domenica sera arriva la Lazio, anche lei in crisi di risultati.

INTERVISTE POST PARTITA

Novellino: “Caratterialmente, con molta onestà, mi aspettavo di più dalla prestazione della squadra.  Sono arrabbiato, ci è mancata la cattiveria agonistica – sottolinea l’allenatore rosanero – avevamo lavorato su certe situazioni e dovevamo fare meglio. Ci dobbiamo salvare non con le giocate, non con i colpi di tacco, ma con grinta e coraggio, capendo qual è la nostra situazione. Abbiamo fatto un buon primo tempo, ma non può essere abbastanza. Nella ripresa ci voleva un’altra mentalità. Dobbiamo lavorare ancora molto evidentemente. Credo ancora nella salvezza, anche da questa partita ho capito molte cose. Voglio una squadra che voglia fortemente fare risultato. E’ un periodo psicologicamente pesante, ogni cosa facile diventa difficile, ma possiamo rialzarci. L’assenza di Vazquez? Franco fa la differenza, è chiaro che ci mancherà, ma è la grinta che dobbiamo assolutamente ritrovare prima ancora dei singoli”.

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.