CronacaPrimo Piano

PALERMO: IL QUESTORE EMETTE 21 PROVVEDIMENTI “DASPO” NEI CONFRONTI DEI PARTECIPANTI AD UNA VIOLENTA RISSA A TERRASINI

(di redazione) La Polizia di Stato ha eseguito 21 “Daspo” emessi nei confronti di altrettanti tifosi palermitani e veneziani, che hanno preso parte ai disordini maturati nella piazza di Terrasini, il pomeriggio dello scorso 10 giugno, poco prima dell’incontro di calcio Palermo Venezia, valevole per i play-off del campionato di calcio 2017-18.

In quella circostanza, un ristretto gruppo di tifosi veneti fece sosta nella piazza di Terrasini, nei pressi di un bar per una fase di ristoro prima di recarsi allo stadio “Renzo Barbera” ed assistere all’incontro di calcio.

Come successivamente sarebbe stato ricostruito dalle testimonianze dei presenti e dai filmati delle telecamere della zona, un gruppo di tifosi palermitani riconducibili a frange ultras e parzialmente travisato, assalì i veneti anche con bastoni ed altri oggetti contundenti. La reazione dei lagunari non tardò a farsi attendere, con cinture sfilate dai pantaloni e brandite verso i rivali e con il fitto lancio di ogni genere di suppellettile sottratta
all’arredo del bar i cui clienti, terrorizzati, si allontanarono dalla piazza.

La rissa non procurò più gravi conseguenze grazie all’efficace intervento delle Forze dell’Ordine che si frapposero alle due frange di tifosi e, nello stesso tempo, dispersero i palermitani e fecero indietreggiare i lagunari fin dentro un esercizio di ristorazione.

Sin dalle ore successive ai disordini il personale della Digos palermitana ha lavorato alacremente, ascoltando testimoni e visionando le immagini delle telecamere della zona ed è pervenuta alla identificazione di chi, sia tra i palermitani che tra i veneti, ha avuto una parte attiva negli scontri.

E’ così che il Questore di Palermo, su segnalazione del personale della Divisione di Polizia Anticrimine, ha emesso 21 provvedimenti di Daspo (divieto pluriennale di accesso a manifestazioni sportive) nei confronti di 12 palermitani e 9 veneziani.

Alcuni dei destinatari dei divieti, già in passato erano stati raggiunti da analoghe limitazioni e per questa ragione,così come previsto dalla legge, sono stati sottposti a limitazioni ancor più prolungate nel tempo, fino ad otto anni, con obbligo di presentazione presso gli uffici di polizia.

Questi 21 provvedimenti si aggiungono agli ulteriori 10 emessi recentemente dal Questore nei confronti di supporters palermitani e baresi che si erano resi responsabili di disordini in occasione dell’incontro calcistico “Palermo – Bari” del 30 aprile 2018.

In quella circostanza i facinorosi avevano creato disordini e procurato danneggiamenti all’interno dello stadio “Renzo Barbera” e nei pressi dell’ippodromo cittadino.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.