Cultura

Palermo, Maria Giambrone:”Il Natale senza i Centri Commerciali Naturali”

Maria Giambruno (foto internet)

“Il progetto Natale 2012 dei Centri Commerciali Naturali, dopo un balletto di coordinamento durato per alcuni mesi, è andato perduto”. A dirlo, con molta amarezza è Maria Giambruno, presidente del consorzio CCN “Piazza Marina & Dintorni”, una rete di 70 consorziati, attività commerciali e associazioni culturali, artistiche e sportive del territorio, presente dal 2009, per la valorizzazione del centro storico.

“Come negli anni passati, nell’ottobre scorso, abbiamo presentato il progetto all’assessore alle Attività Produttive. Insieme agli altri 5 centri commerciali naturali, quello di Sferracavallo, Via Sciuti, Via Ruggero Settimo, via Libertà e Panormus abbiamo chiesto di convocare, il prima possibile, un tavolo di lavoro insieme all’Amministrazione, con la partecipazione anche dell’assessore alla Cultura.

L’assessore alle Attività Produttive del Comune di Palermo, Marco Di Marco, ci ha ascoltato a metà ottobre e ha allargato il nostro progetto ad altre attività produttive, delegando alla Confcommercio di organizzare i centri commerciali naturali. Fino a martedì scorso ci sono stati mille discorsi, mille confronti che hanno portato ad un nulla di fatto.

Infatti, la conferenza stampa “Palermo 2013” di mercoledì scorso, a villa Niscemi, è stata convocata soltanto per promuovere le attività culturali dell’assessore alla Cultura, Francesco Giambrone. Due giorni fa abbiamo ricevuto una lettera dall’assessore Di Marco, in cui scriveva che il nostro progetto, rigirato più volte, non era più perseguibile sia per motivazioni economiche che procedurali”.

Una grande delusione per la Giambruno, proprietaria di un B&b nella zona della Cala, che ha voluto sottolineare le potenzialità del suo progetto natalizio per la nostra città, ottimo da un punto di vista di modalità di lavoro, sottovalutato completamente dall’Amministrazione Comunale.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.