Scuola & Università

Palermo: il Civico apre alla tecnologia con il progetto “Generazione Tablet”

Generazione Tablet, Ospedale Civico di Palermo

Generazione tablet”, è il titolo del progetto presentato questa mattina presso la sala multimediale dell’unità ospedaliera “Civico” di Palermo.

Un piano d’azione promosso dall’A.S.L.T.I. (associazione siciliana per la lotta contro le leucemie e i tumori dell’infanzia) che, in collaborazione con l’azienda ospedaliera “Civico”, offre un supporto concreto ai bambini e adolescenti affetti da gravi malattie, che per le loro condizioni di salute sono costretti a lunghe permanenze in ospedale.

A tal fine è stata istituita una piattaforma didattica digitale, formata da 14 computer portatili, 3 computer fissi, 2 tablet e 3 Ebook donati dal Rotary Palermo nord, che con il supporto dei volontari dell’associazione Aslti sono al servizio dei ragazzi e bambini  ospedalizzati nell’unità operativa di Oncoematologia pediatrica, ma anche a disposizione dei pazienti in day hospital che effettuano lunghe terapie.

Un lavoro che si occupa di metodologie per una didattica personalizzata, portato avanti per garantire  la continuità della formazione di questi pazienti speciali che “vivono un’esperienza grave nello spirito e nella mente”,  ha dichiarato il presidente Aslti Giuseppe  Lentini.

Durante la conferenza sono stati esposti esempi concreti dell’utilizzo di tali dispositivi, la forte incidenza del mondo virtuale sull’apprendimento e sono stati sottolineati gli aspetti positivi che l’uso della tecnologia apporta in tali contesti come  l’interazione, la facilitazione dell’insegnamento e, a dispetto di ogni pregiudizio, anche la  stimolazione della creatività dei ragazzi.

A intervenire al convegno, il primario del reparto di oncoematologia pediatrica, Paolo D’angelo, Giuseppe Fuffari, amministratore di rete A.s.l.i.t.i, la psicologa Paola Guadagna, l’ordinario di didattica e pedagogia dell’università di Palermo, Alessandra la Marca e  Gabriella Ciriminna, insegnante dell’ospedale che da 4 anni opera nella struttura a sostegno dei ragazzi.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.