Politica

Palermo, Gazebo. Figuccia: “La città non può più aspettare”

Angelo Figuccia

“Sembra che nelle stanze dei “piani alti” del Consiglio Comunale, Statuto e regolamento siano considerati “obsoleti””. Ad affermarlo è il consigliere comunale di Forza Italia, Angelo Figuccia.

“In questi lunghi anni trascorsi a Sala delle Lapidi – continua Figuccia -, tante volte ho assistito a tentativi di modificare, quelle che considero non solo le linee guida, ma anche i capisaldi dell’organo che anche io rappresento, ma per fortuna questo non è mai accaduto. Sarebbe semplice pensare che se qualcosa non ci piace o meglio ancora non ci conviene, allora sia da considerare “vecchia”. Se poi la presunta vetustà di questi importanti strumenti normativi, deve essere utilizzata per discriminare alcune Commissioni, a favore di altre, allora è presto svelato l’arcano”.

“A tal proposito, non vorrei che il ritardo nell’invio alla III Commissione della documentazione necessaria ad esprimere parere sulla questione dei gazebo in città, sia frutto di questa interpretazione. Ciò che rappresenta la storia di un’Istituzione non può e non deve essere visto come vecchio e quindi inutile, soprattutto se ciò avviene per ragioni di comodo, che alimentano guerre intestine. In questi giorni, infatti, mi sembra di assistere ad una vera e propria “lotta fratricida” tutta interna ad una maggioranza di governo, che si sta lentamente sfaldando. E se fino ad ora le alleanze sotterranee con una parte dell’opposizione, hanno comunque permesso l’inciucio, adesso forse la spaccatura comincia a diventare davvero radicale. La presa di coscienza di tanti miei colleghi, eletti nell’unica lista di maggioranza, che non vogliono più essere burattini nelle mani del governo e di chi ha importanti ruoli istituzionali in Consiglio comunale, sta iniziando a produrre i suoi risultati concreti”.

“Spero però – conclude Figuccia – per il bene della nostra Città, che non ci si perda in inutili beghe, ma che si riesca a lavorare con celerità e nel rispetto delle regole. I cittadini chiedono risposte fattive e al tempo stesso tempestive”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.