Primo PianoSport

Palermo-Fiorentina 1 a 3, la cronaca del disastro

images

Un Palermo disastroso quello visto ieri pomeriggio contro la Fiorentina al Barbera. Una sconfitta netta che non lascia spazio a alibi, principalmente nel primo tempo si è vista una squadra svogliata che ha lasciato troppo spazio alla manovra degli ospiti. Andiamo alla cronaca: dopo due minuti, i viola si fanno vedere dalle parti di Sorrentino, Ilicic su punizione prova la conclusione che finisce alta. Al 10′ Kalinic si divora il vantaggio: l’attaccante croato ben servito dalla sinistra da Alonso colpisce male mandando la palla fuori. Il gol dei viola è nell’aria e arriva tre minuti dopo con un bel uno due Kalinic-Ilicic, lo sloveno supera con un tunnel Goldaniga e fredda sul primo palo Sorrentino. Il Palermo non riesce a uscire dalla propria metà campo rischiando di subire il raddoppio. Al 20′ Vecino prova il tiro da fuori, bravo Sorrentino a respingere con i pugni. Al 43′ Ilicic trova la rete del 2 a 0: Goldaniga perde un brutto pallone a limite dell’area sulla destra, Kalinic ne approfitta e serve Ilicic che dal limite lascia partire un sinistro a giro su cui Sorrentino non può arrivare. Il primo tempo si conclude con LA Fiorentina meritatamente in vantaggio.

Nella ripresa il Palermo si presenta con una novità: Morganella al posto di Chochev con il passaggio alla difesa a tre. Nonostante il cambio è ancora la Fiorentina a andare vicina alla rete, ancora una volta con Kalinic che lanciato a tu per tu con Sorrentino si fa respingere la conclusione. Gilardino entra al posto di Hiljemark e il Palermo sembra aver cambiato marcia. Per due  volte, con Trajkovski e Lazaar va al tiro senza trovare la porta, al 64′ Tatarusanu è costretto al miracolo su un colpo di testa sbagliato da parte del suo compagno Astori. A tredici minuti dalla fine il Palermo accorcia le distanze con Gilardino su un’azione insista di Morganella sulla destra che serve Vazquez il quale pennella un bellissimo cross sulla testa di Gilardino che batte Tatarusanu. Il Palermo sembra aver trovato coraggio e prova a spingere, ma senza mai rendersi pericoloso e nei minuti di recupero subisce il terzo gol: Borja Valero serve splendidamente Blaszczykowski che a tu per tu con Sorrentino non sbaglia. Un inizio di 2016 da dimenticare per il Palermo che adesso andrà in ritiro a Brescia per preparare la sfida di domenica del Bentegodi contro il Verona.

TOP: Morganella 6.5, Gilardino 6.5, Lazaar 6

FLOP: Vazquez 4, Goldaniga 5, Jajalo 5

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.