Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Palermo, Federteatri Sicilia presenta il progetto “Biglietto-Sospeso”

Consigliere Giulio Cusumano-Federteatri
Consigliere Giulio Cusumano-Federteatri

Il sette febbraio alle ore 15:00 a palazzo delle Aquile, alla presenza del sindaco Orlando e del consigliere Giulio Cusumano si presenterà il progetto Biglietto-Sospeso

Dalla collaborazione tra la FederTeatri Sicilia e alcune associazione del no-profit di Palermo nasce l’iniziativa “biglietto sospeso” che mira a coinvolgere negli spettacoli dei teatri della FederTeatri Sicilia persone che non possono andare a teatro poiché vivono sotto la soglia di povertà (compresi i bambini di nuclei familiari indigenti), o sono stranieri, o senzatetto, o vivono in zone degradate in cui di teatro non si parla.

L’obiettivo è integrare coloro che stanno ai margini della vita culturale della città e che restano escluse per motivi economici e sociali.

Per loro, sarà il pubblico “che può permetterselo” a pagare il biglietto  (a costo ridotto).

I biglietti acquistati e donati (sospesi) confluiranno in un fondo cassa  e verranno distribuiti ai beneficiari finali tramite le associazioni partner che si occupano di povertà nel territorio palermitano.

Le donazioni potranno essere fatte secondo tre modalità:

  • quando si sottoscrive l’abbonamento
  • quando si acquista il biglietto
  • quando si arriva in teatro per lo spettacolo.

In ciascun teatro aderente ci sarà uno spazio allestito con un manifesto divulgativo e personale addetto ad informare e accogliere i biglietti offerti.

Periodicamente le associazioni che si occupano di persone in difficoltà individueranno e distribuiranno i biglietti ai fruitori del progetto che potranno andare in teatro gratuitamente.

I piccoli gesti di solidarietà diventano simbolo di grande generosità.

Gli enti proponenti, da sempre attenti al sociale e alla promozione culturale, si augurano che questa iniziativa possa permettere, grazie alla generosità dei palermitani, di garantire un presidio culturale e di svago anche a chi è in difficoltà.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.