Economia & Lavoro

Palermo. Federconsumatori, dubbi legittimità bollette Eas

Lillo Vizzini, foto internet

Migliaia di cittadini della provincia di Palermo stanno per ricevere in questi giorni le bollette dell’Ente Acquedotti Siciliani, ente già in liquidazione, relative a presunti crediti per forniture idriche risalenti al 2007. Più di cinque anni fa!! E la stragrande maggioranza riguarderebbe proprio l’eccedenza dei consumi del 2007.

Federconsumatori solleva sia la loro legittimità sia la fondatezza, in quanto sono tutte da dimostrare, attesa la probabile prescrizione, da una prima analisi, di molte di esse. Infatti, il pagamento della fornitura d’acqua va richiesto entro cinque anni dalla data di maturazione del credito, proprio in virtù del disposto di cui all’art 2948 punto 4, del Codice Civile e in assenza di atti interruttivi.

Lillo Vizzini, presidente reg.le: “Preme ricordare che in molti comuni la società APS subentrò all’EAS il 25 settembre 2007. I presunti crediti vantati da EAS farebbero riferimento all’eccedenza dei consumi registrata a tal data. E’ davvero inverosimile che EAS, a distanza di tanti anni, esiga pagamenti la cui verificabilità da parte dei cittadini è praticamente impossibile. E proprio in un momento di crisi profonda delle famiglie”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.