Cultura

Palermo, due anteprime al Cinema De Seta

Lunedì 28 gennaio al Cinema De Seta dei Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo due appuntamenti da non perdere con il cinema d’autore a cura del SICILIA QUEER filmfest nella prima tappa delle attività che precedono la terza edizione del Festival.

Alle 18.30 e alle 22.30 (in replica) la proiezione del film del giovane regista Alessandro Comodin, L’estate di Giacomo (Italia 2011, 75′). Premiato con il Pardo d’Oro al Festival di Locarno del 2011, è uno dei film italiani più apprezzati all’estero negli ultimi anni. Nonostante il favore della critica, la sua non facile collocazione tra i generi cinematografici ne ha penalizzato la distribuzione e ne ha fatto un film di culto per cinefili che si passano la voce da un festival all’altro.

Al confine tra documentario e fiction, L’estate di Giacomo è il racconto tra reale e fiabesco dell’estate di un ragazzo affetto da ipoacusia (un vero amico d’infanzia del regista) diviso tra due ragazze, Stefania e Barbara, quest’ultima non udente come lui, che è la sua prima fidanzata. Chi ha già visto il film ne parla come di “una radiosa opera prima italiana da non perdere” .

Si prosegue con il primo appuntamento del 2013 di Queer secondo me, l’incontro (ingresso libero) con studiosi e intellettuali invitati dal SQFF che di volta in volta scelgono un film – antico o recente – che incarna, a loro modo di vedere, un’idea “forte” del concetto di queer e lo presentano al pubblico in sala, introducendone la visione. Questa volta l’ospite sarà la scrittrice Carola Susani che alle 20.00 introduce il film di Stefano Tummolini Un altro pianeta (Italia 2008, 82′).

Tummolini esordisce alla regia dopo una carriera da sceneggiatore (ha scritto, fra gli altri, Il bagno turco di Ozpetek) e propone un film (vincitore del Queer Lion alla Mostra del Cinema di Venezia di qualche anno fa) che parte come una commedia piena di macchiette e stereotipi sul mondo gay per approdare a una complessa e imprevedibile geografia umana.
L’introduzione di Carola Susani, verrà tradotta nella Lingua Italiana dei Segni per le persone sorde (LIS) a cura di Arcigay Glbt Sordi Sicilia.

Ingresso: € 5 al botteghino per ciascun film (€ 1 per i possessori di QueerCard). Sarà possibile richiedere la QueerCard anche presso il foyer del cinema prima dell’inizio delle proiezioni.

Comunicato stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.