CronacaPrimo Piano

Palermo, denunciate tre persone per trasporto illecito rifiuti speciali

Tre persone sono state denunciate e due autocarri sequestrati per trasporto illecito dei rifiuti speciali a Palermo. E’ questo il risultato di due nuove operazioni condotte dal Nucleo di Protezione Ambientale della Polizia Municipale, in viale Regione Siciliana ed in via Leonardo da Vinci, nell’ambito dei controlli del territorio predisposti dal Comandante Vincenzo Messina, sulla repressione dei reati ambientali.

In viale Regione Siciliana, all’altezza di via Emiro Giafar, gli Agenti del Nopa hanno intercettato un autocarro con il cassone colmo di sfabbricidi. Il conducente G.F. di 50 anni, sprovvisto delle previste autorizzazioni è stato denunciato all’autorità giudiziaria per trasporto illecito di rifiuti speciali. Oltre al sequestro dell’autocarro, gli è stata applicata una sanzione di 3.100 euro per mancanza del formulario di identificazione dei rifiuti, per accertarne la provenienza. La denuncia è scattata anche per il titolare della ditta, V.C. di 54 anni.

La seconda operazione è scattata in via Leonardo Da Vinci dove è stato fermato un autocarro che trasportava 20 monitor esausti, da rottamare.
Anche in questo caso, il conducente del mezzo, R.G. Di 62 anni è stato denunciato per trasporto illecito di rifiuti RAEE, provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, per la gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e per la mancata esibizione del formulario. Posto sotto sequestro l’autocarro.

Gli Agenti del Nopa, dopo ulteriori indagini, hanno anche individuato un box utilizzato dall’uomo come sede di stoccaggio, rinvenendo altri 16 vecchi monitor fuori uso e l’ attrezzatura utilizzata per il recupero del rame.

“Esprimo il mio apprezzamento – ha detto il Sindaco Leoluca Orlando – per la costante ed importante attività del Nopa della Polizia Municipale sul territorio a difesa dell’ambiente e della salute pubblica. Questo deve essere un nuovo segnale verso tutti coloro che sono convinti di scavalcare, restando impuniti, la logica della legalità”.

“E’ amaro constatare il disprezzo dell’ambiente, proprio da parte di chi opera nelle attività a difesa dell’ambiente, – dice il comandante Vincenzo Messina – continueremo i nostri controlli per tutelare la salute dei cittadini da questi continui attentati”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.