Primo PianoSport

Palermo, così si retrocede. Il Milan vince dominando, di Bacca e Niang le reti per i rossoneri

Soccer: Serie A; Palermo-Empoli

Il Milan espugna lo stadio “Barbera” grazie alle reti di Bacca e Niang su rigore. Il Palermo viene schiacciato per quasi tutta la partita, riuscendo poche volte a impensierire Donnarumma. Schelotto e Tedesco confermano la stessa formazione che ha vinto con l’Udinese e pareggiato a Carpi. Un solo cambio a livello tattico, non un 4-3-3 ma un 4-4-2 con Quaison e Hiljemark sulle fasce e Vazquez-Gilardino punte. Iniziano subito forte gli ospiti: già dopo pochi minuti sfiorano il vantaggio con honda che direttamente da calcio d’angolo prova a sorprendere Sorrentino che però si fa trovare pronto. Al 16’ Bacca approfitta di un palla persa da Chochev, salta i due centrali rosanero e tira a botta sicura trovando la risposta di Sorrentino con la gamba destra.  Al 18’ arriva il vantaggio del Milan: Abate crossa al centro trovando Bacca, lasciato colpevolmente solo da Struna che batte Sorrentino per l’1-0. Il Palermo prova a reagire, al 20’ Lazaar pesca in area Hiljemark, lo svedese anticipa tutti non trovando però la porta.

Al 33′  Goldaniga compie una grave ingenuità stoppando il pallone in area con il braccio destro, Mazzoleni indica il dischetto. Sorrentino si allunga ma non arriva sul rigore di Niang che firma il raddoppio. A fine primo tempo i rosa hanno una clamorosa chance per riaprire la partita: Quaison con un bel cross trova Gilardino solo sul secondo palo, l’ex viola da ottima posizione manda fuori. Primo tempo si conclude col doppio vantaggio del Milan.

Nella ripresa Schelotto e Tedesco rivoluzionano la squadra, togliendo Struna e Quaison per Morganella e Trajkovski. Il Palermo cerca di spingere senza però creare grandi pericoli. L’unica bell’azione s segnala al 68′ proprio col macedone ben servito da Djurdjevic calcia al volo trovando, però, la deviazione di Antonelli che manda di poco alto il pallone. Nei minuti finali il Palermo con orgoglio spinge senza però creare grandi pericoli. E’ il milan a sfiorare il tris con un tiro di Balotelli di poco alto. Con questa sconfitta il Palermo resta nella zona pericolo col Frosinone che recupera tre punti in classifica raggiungendo il Carpi (sconfitto a Firenze). Domenica i rosa saranno impegnati a Reggio Emilia contro il Sassuolo, la squadra di Di Francesco viene da due punti nelle ultime tre partite e le partite contro i neroverdi nascondono sempre delle insidie. il Palermo, dal canto suo non può permettersi di perdere nuovamente.

 

INTERVISTE:

Gerolin: “Quando incontriamo le big pecchiamo sempre di grinta. Se prendiamo gol dopo venti minuti diventa difficile, bisogna migliorare. Sul rigore è difficile capire cosa passi nella testa dei giocatori, Goldaniga ha commesso un’ingenuità. Questo non è il vero palermo, anche perché se lo fosse non avrebbe possibilità di salvarsi. L’impatto non è stato dei migliori, però avevamo davanti una squadra forte”.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.