Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Cultura / Palermo: Associazione Felici nella Coda, acquistato un furgone con il contributo economico di UniCredit

Palermo: Associazione Felici nella Coda, acquistato un furgone con il contributo economico di UniCredit

consegna del furgone Sandro Leone, Responsabile Area Retail Palermo Centro di UniCredit, e Renzo Conti, Presidente dell’Associazione Felici nella Coda
Consegna del furgone Sandro Leone, Responsabile Area Retail Palermo Centro di UniCredit, e Renzo Conti, Presidente dell’Associazione Felici nella Coda

Palermo, 14 luglio 2017 –

E’ stato consegnato a Palermo un furgone da destinare al trasporto di animali vivi acquistato dall’Associazione Felici nella Coda grazie al contributo economico di UniCredit.

La donazione della banca è finanziata da una carta di credito, la ‘UniCreditCard Flexia Classic E’, che raccoglie il 2 per mille di ogni spesa effettuata dai clienti, alimentando così un fondo che la Banca destina ad iniziative di solidarietà nel territorio. Dal 2011 ad oggi in Sicilia, attraverso questo normale prodotto bancario, la banca ha assegnato oltre un milionecentomila euro a 109 onlus che operano nell’isola.

Sono intervenuti alla cerimonia di consegna del furgone Sandro Leone, Responsabile Area Retail Palermo Centro di UniCredit, e Renzo Conti, Presidente dell’Associazione Felici nella Coda.

L’Associazione Felici nella Coda mira al benessere dell’animale attraverso una serie di attività: lotta al randagismo; sensibilizzazione/informazione (scuole, presidi, banchetti, convenzioni, ecc.); socializzazione dell’animale con altri animali e con le persone, ai fini dell’adozione; denunce, intese sia come rappresentazione complessiva della realtà inerente al territorio (comunale, provinciale, regionale) e sia in senso stretto nei confronti delle istituzioni.

“Con l’acquisto del furgone da destinare al trasporto di animali vivi – ha sottolineato Renzo Conti – l’associazione intende realizzare una campagna di controllo delle nascite attraverso le operazioni di sterilizzazione/castrazione, sia per i cani padronali , esclusivamente per chi non ha mezzi e mediante convenzioni con veterinari privati di nostra fiducia e dunque a costi ragionevoli,  e sia e soprattutto per i randagi, dovunque non funzioni un servizio pubblico”.

About Francesco Panasci

Check Also

Salvatore Di Carlo apre la sua campagna a Cefalù e le Madonie rispondono al richiamo del “Nuovo” (Gallery)

Salvatore Di Carlo apre la sua campagna a Cefalù e le Madonie rispondono al richiamo del “Nuovo” Grande  …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: